Addio Giulietta, aspettando Tonale. La terza Alfa Romeo, dopo la prima del 1955 e la seconda del 1977, con lo storico nome, come previsto, saluta dopo dieci anni.

Alfa Romeo Giulia GTA R-290, restomod in carbonio

Non è prevista una nuova generazione, anche se la disponibilità futura di piattaforme del Gruppo PSA, la CMP (Common Modular Platform) e la EMP2 (Efficient Modular Platform 2), potrebbe aprire prospettive al ritorno di una hatchback compatta, anche elettrificata ovviamente, full e/o plug-in. Ma non a breve termine.

Toccherà a Tonale a fine 2021, che rimarrà un filone staccato da Giulia e Stelvio. Il pianale non è stato ancora ufficializzato: lo Small Wide di FCA che utilizzato anche da Renegade e Compass PHEV, o proprio l’EMP2 delle plug-in Peugeot, Citroen, DS e Opel?

Il concept di Tonale è stato annunciato doti stradali in linea col retaggio del Biscione. Ovvero con sospensioni McPherson all’anteriore e al posteriore, soluzione adottata anche dalla gloriosa Lancia Delta Integrale.

Sarà a trazione anteriore e integrale, ma non avrà una versione GTA. Come accadrà anche a Stelvio. Solo Giulia sarà Gran Turismo Alleggerito, più fedele all’essenza e al nome stesso della versione. 

GME da 330 cv elettrificato per Tonale Veloce?

Tonale dovrebbe quasi certamente avere una versione Veloce a benzina. Col 2.0 quattro cilindri turbo, il Global Medium Engine (GME), adottato da Giulia e Stelvio.

Nella versione mild hybrid, che adesso in FCA si chiama eTorque, dovrebbe erogare una potenza di 330 cavalli. Adeguato per autenticare lo status di Veloce.

Alfa Romeo Giulia DTM, sogno di primavera