Sono dettagli che non spostano di una virgola le prestazioni estreme che Porsche 911 Turbo S sa produrre. Sul piatto, il boxer 6 cilindri da 3.8 litri, twin turbo da 650 cavalli e 800 Nm. Storia nota dalla Ginevra-che-avrebbe-dovuto-essere. Ecco, quella Turbo S, prima della commercializzazione – piani inizialmente definiti per un lancio nel mese di maggio, in Europa – fa un giro da Porsche Exclusive Manufaktur e ne esce fuori con dettagli unici.

Ritocchi di stile, i più in vista sono i cerchi da 20 e 21 pollici, set differenziato, dal design 5-razze e lavorazione diamantata in superficie, con canale interno nero.

Cambia anche la finitura delle applicazioni sugli specchietti e le prese dinamiche sui passaruota, un nero lucido completato dai fari posteriori con striscia a led di raccordo bianca anziché il profilo rosso.

All’interno il contrasto della carrozzeria è ripetuto con gli inserti in tinta sulla plancia, in tunnel e i pannelli porta, oltre al quadrante dello Sport Chrono e della strumentazione.

Scopri il nostro listino di auto usate: occasioni imperdibili con un click!

Il pack Lightweight filosofia della sostanza

Un’altra via, decisamente di maggior sostanza restando nel campo delle opzioni possibili su nuova 911 Turbo S, passa dal pacchetto Lightweight, che abbatte il peso di 30 kg grazie all’installazione di sedili sportivi a guscio, rimozione degli strapuntini posteriori, riduzione del materiale fonoassorbente, adozione di vetrature alleggerite come anche la linea di scarico.

Due vie di intendere e personalizzare il non plus ultra dell’attuale gamma 911.

Tutta la gamma Porsche: il listino completo