Lamborghini va sullo Spazio: il Toro invierà materiali compositi alla stazione orbitante

Lamborghini va sullo Spazio: il Toro invierà materiali compositi alla stazione orbitante

Il Marchio di Sant’Agata Bolognese invierà sulla Stazione Spaziale Internazionale alcuni campioni di materiali compositi che verranno utilizzati per una serie di esperimenti in ambiente spaziale: è la prima Casa italiana ad andare in orbita

di Lorenzo Lucidi

13 maggio 2020

Lamborghini parte verso lo spazio. Lo fa in modo meno scenografico della Tesla lanciata da Elon Musk verso Marte, ma con fini decisamente più rilevanti dal punto di vista tecnico e scientifico. La Casa di Sant’Agata Bolognese parteciperà infatti a una serie di esperimenti in ambiente spaziale, fornendo alcuni materiali compositi innovativi che verranno spediti nella Stazione Spaziale Internazionale. Per sviluppare soluzioni per le auto ma anche per uso medico.

Sogno avverato (o quasi) per il bambino che voleva una Lamborghini

Condizioni estreme

Quello spaziale è un ambiente particolare, che sollecita i materiali in modo molto diverso rispetto a quello terrestre. Per questo la permanenza nella ISS dei materiali creati da Lamborghini avrà una valenza scientifica rilevante. In particolare, si tratta di cinque tipi di fibra di carbonio, materiale che i tecnici de Toro conoscono assai bene e di cui fanno ampio uso per le proprie vetture.

Lamborghini Huracan EVO Spyder RWD: tutte le foto

Lamborghini Huracan EVO Spyder RWD: tutte le foto

Lamborghini amplia gli orizzonti EVO su Huracan Spyder e, dopo la proposta quattro ruote motrici, presenta la due ruote motrici. Stesso motore, un po' meno potente ma anche una roadster più leggera. Così, le prestazioni assolute e il rapporto peso-potenza possono dirsi equivalenti

Guarda la gallery

La data del lancio con cui i materiali sperimentali raggiungeranno la Stazione Spaziale è fissata per il 2 novembre in Virginia. In orbita gli astronauti-scienziati si occuperanno come di consueto di numerosi esperimenti, molti dei quali volti a migliorare le tecnologie che poi useremo sulla Terra. In particolare, per i materiali Lamborghini è previsto non solo un uso nell’automotive, ma anche nella medicina per protesi e dispositivi sottocutanei leggeri e biocompatibili. Tali materiali sono stati sviluppati in collaborazione con il Houston Methodist Research Institute.

Lamborghini Huracán EVO, Novitec migliora l'aerodinamica

Missione per la scienza

Lamborghini, che partecipa agli esperimenti a titolo gratuito, si è dichiarata entusiasta di prendere parte al progetto spaziale attraverso le dichiarazioni del CEO e Chairman Stefano Domenicali: “Siamo molto orgogliosi perché Lamborghini è la prima casa automobilistica al mondo a inviare a bordo della ISS componenti di sviluppo e produzione propri per fini scientifici – ha spiegato il presidente del Toro - Oltre a rappresentare un grande esempio di responsabilità sociale d'impresa, questa missione è anche pienamente in linea con la nostra filosofia e valori. Lamborghini è un marchio da sempre votato al superamento dei limiti in ogni campo della propria attività e a fare da pioniere in ambito tecnologico".

Mansory Cabrera: foto

Mansory Cabrera: foto

Il tuning Mansory, trasformazione di Aventador SVJ, è tra le novità programmate per i 30 anni di attività del marchio. Motore V12 portato a 810 cv ma, soprattutto, una totale riscrittura stilistica e aerodinamica della supercar Lamborghini, all'insegna degli eccessi

Guarda la gallery

Dopo questa missione con i primi materiali in fibra di carbonio, Lamborghini continuerà la propria collaborazione con le agenzie spaziali per portare in orbita ulteriori materiali.

Lamborghini, con SIARE per produrre simulatori polmonari

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi