È una delle vetture più estreme mai prodotte da McLaren, e in generale una delle supercar più folli degli ultimi anni. La Senna è una vettura speciale già dal nome, dedicato a quell’Ayrton che con il team di Woking vinse tre Titoli Mondiali in Formula 1. Un’eredità che la supersportiva inglese ha voluto mostrare di aver meritato, scendendo in pista su quattro circuiti americani e ottenendo il record sul giro in ognuno di essi.

McLaren, ecco il monoscocca in carbonio per le ibride

Tour da record

Un vero e proprio tour attraverso gli States, concluso con una serie di primati nelle classifiche dedicate alle vetture stradali. Il primo record è stato ottenuto all’NCM Motorsports Park in Kentucky. La supercar britannica ha ottenuto il miglior tempo sia sul circuito tradizionale (con un tempo di 2:02.86, nell’ambito dell’evento Pro Racer's Take di Automobile Magazine) che sul layout più breve della stessa pista, con un crono di 1:23.34 in occasione del Performance Car of the Year 2019 organizzato da Road & Track.

La tappa successiva è stata il Virginia International Raceway, dove la Senna ha girato in 2:34.90 in occasione dell’evento Lightning Lap 2019. Il tour dei record si è concluso su un tracciato iconico come quello di Laguna Seca. Sulla pista californiana la McLaren ha ottenuto il tempo di 1:27.62 ottenendo il primato sul giro per le vetture stradali. Ma non solo: la Senna ha ottenuto il record anche nella prova di accelerazione sul quarto di miglio World's Greatest Drag Race 9. In questa sfida la supercar di Woking ha raggiunto una velocità di 275 km/h in 10,08 secondi, coronando definitivamente un viaggio da ricordare.

McLaren F1: la sua storia

Sportiva estrema

Presentata nel 2018 e prodotta in 500 esemplari, la Senna rappresenta il prodotto più estremo della variegata gamma McLaren. Una sportiva tradizionale, che la Casa ha deciso di dotare del solo motore termico senza alcun tipo di aiuto da parte di powertrain elettrici. Anche da solo il V8 made in Woking, un biturbo da 4 litri derivato dagli altri modelli della gamma, eroga 800 cavalli e 800 Nm di coppia. Con prestazioni conseguentemente elevatissime: 340 km/h, da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e appena 17,5 secondi per raggiungere quota 300 orari.

Ma non è solo il motore a rendere unica la Senna. L’auto è infatti rivestita di una carrozzria altrettanto estrema, con un’aerodinamica studiata per garantire il massimo carico aerodinamico. Un compito affidato al vistoso ma leggerissimo (appena 4,87 km) alettone posteriore, ma non solo. Complessivamente, la McLaren riesce a generare 800 kg di deportanza a 250 km/h.

McLaren 720S Le Mans Special Edition, omaggio al trionfo del 1995