Audi, il mild hybrid è su tutta la gamma media

Audi, il mild hybrid è su tutta la gamma media

Con l'introduzione del V6 TDI MHEV su Q5, S4 e S5, l'intera gamma del segmento D di Audi si dota dell'ibrido

di Lorenzo Lucidi

9 novembre 2020

Prosegue senza sosta il percorso di elettrificazione di Audi. Una strada che porterà, entro il 2025, ad avere in gamma 30 modelli ibridi, di cui ben 20 a zero emissioni. In attesa della svolta elettrica, la Casa dei Quattro Anelli è al lavoro sulle versioni a motore termico della gamma per garantire emissioni e consumi sempre minori. Ora Audi lancia il sistema mild hybrid sulle versioni TDI di Q5, S4 e S5, andando a completare un'offerta che abbina l'ibrido a tutti i modelli della fascia media.

Audi A1 Sportback e Citycarver, la potenza MIB 3 per l'infotainment

Veleggio e start&stop

Con l'introduzione del cosiddetto ibrido leggero abbinato al motore V6 TDI da 3 litri, Audi ha completato la conversione della sua gamma del segmento D al mild hybrid. Tutti i modelli di fascia media del Costruttore, dalla A4 alla A5, passando per il Suv Q5 e le versioni sportive S, sono dotate ora del sistema da 12 o 48 V. Un universo di vetture che comprendono berline, wagon, coupé, cabrio e Suv, ora tutte ibride, con la sola eccezione delle versioni a doppia alimentazione benzina-metano g-tron.

Audi Q5, S4 e S5 V6 TDI mild hybrid FOTO

Audi Q5, S4 e S5 V6 TDI mild hybrid FOTO

Anche le versioni Diesel più potenti della gamma media Audi si dotano del sistema ibrido leggero

Guarda la gallery

Il sistema adottato da Audi prevede un alternatore-starter a cinghia in grado di recuperare l'energia delle decelerazioni e di rilasciarla nelle fasi di accelerazione dopo averla immagazzinata in una apposita batteria al litio. Il motore elettrico funziona in abbinamento a due soluzioni volte al risparmio di carburante: la tecnologia MHEV, che permette di avanzare per inerzia (veleggiare) quando si rilascia l'acceleratore, a motore acceso o spento per un massimo di 40 secondi; e lo start&stop evoluto che, sulle versioni a 48 Volt, po' spegnere il propulsore termico fino a 22 km/h. In tutti i casi lo spegnimento e l'accensione del motore è quasi impercettibile.

Il sistema mild hybrid di Audi è stato pensato per essere duttile e facilmente utilizzabile, tanto che viene offerto su motori diversi (benzina e Diesel, a quattro o sei cilindri) e con trasmissioni a doppia frizione S tronic a 7 marce o con convertitore di coppia a 8 rapporti. Sui motori a gasolio questa tecnologia si unisce alla doppia iniezione di urea SCR. Il sistema mild hybrid, comunica la Casa, è in grado di far risparmiare fino a 0,4 litri di carburante ogni 100 chilometri.

Audi quattro, dopo 40 anni si rivoluziona per l'auto elettrica

Super Diesel

La novità assoluta nella gamma della Casa tedesca è il V6 TDI abbinato per la prima volta all'ibrido leggero. In questa variante il propulsore MHEV da 286 cavalli e 620 Nm viene adottato da Q5 50 TDI, S4 TDI (berlina e Avant) e S5 TDI (coupé e Sportback). Tutte sono abbinate al cambio tiptronic e alla trazione integrale quattro. Ridotti consumi ed emissioni grazie all'adozione della nuova tecnologia: la Q5 50 TDI necessita di 8,3-8,8 litri per 100 km (ciclo WLTP) emettendo 216-230 grammi di CO2/km.

Audi Q2 è anche Diesel con trazione quattro

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi