Ricomincia da Qashqai. E non solo. La Nissan si rimette in moto partendo proprio dal suo modello più prestigioso che continua a battere record a 14 anni dal lancio. E ora tocca a Marco Toro, dall’1 agosto ad della filiale italiana a preparare il campo per l’arrrivo della madre di tutti i Suv, preferibilmente compatti.

Qashqai pronta al lancio

Cresce l’attesa per la nuova Nissan Qashqai: qual è la sua aspettativa per il mercato italiano?
"Qashqai è una vettura unica nel suo genere, capace all’epoca, di creare un nuovo segmento, quello dei C-Suv, e influenzare in maniera profonda il mercato automobilistico mondiale. Siamo confidenti che la sua terza generazione, che lanceremo sul mercato nella tarda primavera, sarà un successo, grazie ai nuovi propulsori elettrificati efficienti e a basse emissioni, tra cui il sistema e-Power al suo debutto in Europa; al design moderno e dinamico, all’innovativo sistema di assistenza alla guida ProPilot che si arricchisce di nuove funzionalità con il navy link e i sistemi di connettività avanzata. Le aspettative sono quindi alte e partiamo da una posizione di forza. In Italia, nel 2020, Qashqai è stato il terzo modello C-Suv per volumi di vendita ed è riuscito ad aumentare la sua quota di mercato nel canale privato, una circostanza assolutamente straordinaria considerato sia il suo ciclo di vita - l’attuale generazione è stata lanciata nel 2014 - che la mancanza attuale di motorizzazioni elettrificate. Dal debutto nel 2007, sono oltre 3 milioni i Qashqai venduti in Europa, cioè il 50% dei volumi totali Nissan. Nel mondo sono oltre 5 milioni".

Nuova Nissan Qashqai, leggete qui le prime anticipazioni

Cosa rappresenterà l’introduzione della tecnologia e-Power?
"Il Nuovo Qashqai sarà la prima vettura in Europa ad introdurre questo esclusivo sistema, costituito da un motore elettrico che muove le ruote della vettura e un motore benzina usato esclusivamente per generare elettricità, con la sola ricarica alla pompa della rete carburante. Questa soluzione unisce la guida emozionate tipica delle elettriche, con l’accelerazione brillante a ogni velocità, oltre a bassi consumi ed emissioni, del motore termico che lavora sempre nel suo range ottimale. Il sistema gode di un’esperienza pluriennale di successo in Giappone sui modelli Note e Serena. Il binomio Qashqai/e-Power unisce la vettura Nissan più venduta in Europa e la tecnologia Nissan di elettrificazione più innovativa e accessibile. E l’e-Power diventa la migliore alternativa al Diesel e la migliore transizione da motore termico a elettrico. Senza dimenticare che su Qashqai non mancherà una versione con il turbo benzina 1.3 mild hybrid".

Bilancio 2020 e aspettative 2021

Cosa ha dato a Nissan il 2020 appena finito?
"E’ stato un anno in cui abbiamo compreso la centralità dell’auto per gli spostamenti. E per questo abbiamo rafforzato il nostro appeal sul cliente privato con le nostre offerte di servizi finanziari e di assistenza alla vendita e in post vendita, creando una linea continua tra piattaforme online e offerta in concessionaria.Abbiamo accelerato la digitalizzazione di nostri processi e oggi, grazie ai servizi Nissan Shop@Home, i clienti possono acquistare una vettura dal proprio salotto. Ma non solo, da PC o da dispositivo mobile possono configurare la vettura o cercarne una in pronta consegna, fare simulazioni di finanziamento, chattare con un consulente alle vendite, prenotare un test drive. Abbiamo poi introdotto una modalità di test drive unica nel mercato, la prova della Nissan Leaf di 48 h gratuita per avvicinare i clienti al piacere della guida elettrica. In più, abbiamo messo a loro disposizione “Promessa Nissan”, un pacchetto di servizi di assistenza unico nel mercato, che va dalla vettura di cortesia gratis per ogni intervento in officina, al traino gratuito sempre, il check-up gratuito prima di ogni intervento e il miglior rapporto qualità prezzo nel raggio di 5 km dalla concessionaria Nissan. A livello di prodotti, oltre ai successi di Qashqai, è stato completamente rinnovato Juke, uno dei veicoli trainanti del segmento dei Crossover compatti, che come Qashqai ha aumentato la propria quota di mercato a privato. Dalle analisi costatiamo che il cliente ci sceglie sempre più per la nostra affidabilità e per “la tecnologia democratica”, come gli avanzati sistemi di connettività di Juke e Leaf, la tecnologia e-Pedal nell’elettrico e il sistema di assistenza alla guida avanzato ProPilot su tutti i crossover e su Leaf".

Cosa si aspetta dal 2021?
"Abbiamo in programma importanti lanci con un’intera gamma elettrificata: oltre al nuovo Qasqhai, lanceremo Ariya, il primo crossover totalmente elettrico con un posizionamento premium e grandi dotazioni di ADAS e connettività. Inoltre, Micra sarà disponibile anche in versione GPL, soluzione molto apprezzata dai clienti del segmento. Per Juke abbiamo da poco annunciato l’arrivo della versione speciale Enigma con eleganti dettagli di stile, primo modello Nissan compatibile con Amazon Alexa. X-Trail continuerà ad essere la nostra offerta per la famiglia e l’avventura con la tecnologia 4WD, l’opzione 7 posti e la versione speciale Salomon".


Qual è il presente e il futuro di Leaf?
"Nel 2010 quando lanciammo Leaf, un’auto 100% elettrica, svelammop la nostra idea di mobilità del futuro. Oggi ci sono oltre 500.000 Leaf nel mondo e questo segmento cresce a ritmi sbalordivi in Europa e nel mondo, confermando il nostro approccio pionieristico. Abbiamo da poco lanciato il programma EV Care, dedicato alla diffusione della mobilità elettrica che oltre al test drive gratuito di 48 ore, offre anche l’installazione gratuita della wall box di ricarica e un’app per individuare i punti di ricarica in Italia. In termini di offerte commerciali, insieme a Enel Energia ed Enel X abbiamo appena creato E-ASY ELECTRIC, la soluzione integrata per offrire ai clienti che acquistano una nuova Leaf vantaggi economici per la ricarica del veicolo e per la fornitura di energia domestica e professionale, che arrivano fino a 10.000 km gratis di mobilità elettrica. Oltre a Leaf, su cui continuiamo a puntare nel 2021 sono in arrivo nuovi modelli elettrificati entro il 2023 (8 modelli elettrici al livello globale). Parliamo di 1 milione di vendite elettrificate che per l’Europa che vuol dire il 50% delle vendite totali a medio termine".

Incentivi 2021, giudizio positivo

Soddisfatto degli incentivi, come li giudica?
"Riguardo a quelli per l’acquisto dell’elettrico, penso sia necessario renderli stabili e duraturi nel tempo, chiaro fattore di successo nei Paesi in cui il peso dell’elettrico è ben superiore a quello sul mercato italiano, proprio perché gli schemi di supporto governativo hanno sempre avuto una durata per lo meno quinquennale. In Italia non siamo che all’inizio ed un piano quinquennale mi sembra il minimo. Quando si raggiungerà un peso del 15% del mercato elettrico sul totale, si potrà pensare ad una “maturità tecnologica” raggiunta, sulla base della quale le Case potranno andare avanti in maniera autonoma, fino ad allora si dovrà contare su appoggio governativo. In merito agli incentivi per i veicoli con motore termico, saluto la loro conferma per il 2021 con soddisfazione, visto che ci consentiranno di rottamare auto con più di 10 anni, quindi insicuri e con alte emissioni inquinanti, permettendoci di ridurre l’età media del nostro parco circolante, che supera gli 11 anni, ben lontana dagli 8 anni del Regno Unito, i 9 della Francia e i 9,5 della Germania, essendo tra l’altro aumentata di ben 4 anni negli ultimi 13".

Quali sono i problemi da affrontare per un dirigente in un momento delicato come l’attuale?
"Oggi la più grande sfida è intercettare e anticipare le esigenze dei clienti e mettere in campo azioni rapide ed efficaci, ricordandosi di mettere sempre in cima ai propri pensieri: clienti finali, concessionari e personale aziendale. In questa fase di transizione ci vuole visione strategica per costruire e prevedere il mercato, nella fattispecie in Europa dove è particolarmente maturo e competitivo, ma anche molta agilità per fronteggiare i cambiamenti imposti da norme sempre più stringenti in termini di emissioni. La sfida ambientale e tecnologica è onerosa ed è fondamentale che si guardi agli esempi di successo in Europa, puntando a comuni interventi aziendali e regolatori e a convergenza di sforzi per favorire la mobilità dei cittadini in modalità privata e pubblica".

Allenza Renault, cosa cambia

Come si sta riequilibrando l’alleanza con Renault e Mitsubishi e cosa rappresenta in concreto per voi in termini di prodotto, piattaforme, tecnologie?
"L’Alleanza è una partnership strategica ed operativa che si sta rafforzando, garantendo un forte vantaggio competitivo in un panorama automobilistico mondiale in continua evoluzione. Il nuovo business model presentato a maggio 2020 ci consente di trarre il meglio dagli asset e dalle capacità di performance delle singole aziende, continuando nel contempo a costruire sui rispettivi brand. Le tre aziende dell’Alleanza coprono tutti i segmenti di veicoli e tutte le tecnologie, in tutti i Paesi, per recare vantaggio ad ogni singolo cliente, incrementando al tempo stesso le rispettive competitività, redditività attraverso il rafforzamento delle sinergie. Un esempio su tutti: nel 2019 si contavano 100 modelli tra Nissan, Renault e Mitsubishi, di cui solo il 9% su piattaforma comune. Nel 2025 i modelli totali saranno 80 di cui il 48% su piattaforma comune. Questo vuol dire un -40% nei costi di sviluppo di nuovi modelli. La condivisione riguarderà anche i propulsori, l’architettura elettronica, le tecnologie di guida autonoma e connettività. L’ Alleanza ha prodotto, nell’ultimo anno disponibile, 10,16 milioni di vetture, di cui Nissan 5,18 milioni, a fronte di 3,75 milioni di Renault e di 1,23 milioni di Mitsubishi. Nissan continuerà ad essere la marca di riferimento a livello mondiale dell’Alleanza per il segmento C-SUV, oltre che per la guida autonoma, la tecnologia e-POWER & e i veicoli elettrici nei segmenti C/D".

Come pensa di lavorare sulla rete?
"Come già detto, i concessionari sono uno dei nostri tre clienti principali, ma anche e soprattutto l’unico soggetto di intermediazione tra noi e il cliente finale. La digitalizzazione dei processi ha valorizzato il loro fondamentale ruolo nella strategia commerciale di Nissan. Infatti, la capacità di adattare le organizzazioni, i ruoli e le attività a un mondo che cambia velocemente è la migliore risposta alle nuove esigenze e abitudini dei clienti, rafforzando così la loro immagine e quella del marchio Nissan sul territorio. Il nostro obiettivo è quello di mettere la rete nelle condizioni di lavorare bene, grazie prodotti, servizi, soluzioni finanziarie che rappresentino delle leve efficaci per competere al meglio. Approfitteremo del lancio del Qashqai e di ARIYA per formare tutta la nostra rete sulle nuove motorizzazioni elettrificate ed elettriche, affinché possano spiegare ai nostri clienti e a chi si avvicina al nostro Marchio i vantaggi di acquistare o ri-acquistare una vettura Nissan. Inoltre, in considerazione che il mercato dell’usato è stato meno impattato dalla pandemia di quello del nuovo, stiamo accelerando l’implementazione del nostro programma relativo al veicolo usato, Nissan Intelligent Choice, anch’esso dotato di alcuni elementi molto importanti per i clienti, come la vettura di cortesia gratuita, l’assistenza stradale gratuita e il check up gratuito a 12 mesi".

SUV elettrico in arrivo

Ariya sarà il Qashqai elettrico?
"Ariya e Qashqai sono vetture diverse fra loro rivolte a target di clienti diversi sia per tipologia che dimensione. Ariya è un crossover coupé 100% elettrico, spazioso, dalle prestazioni esaltanti e ricco di tecnologia, una vettura pensata per un cliente molto sensibile all’innovazione, al piacere di guida e al lusso. Il nuovo Qashqai è equipaggiato con propulsori elettrificati, tecnologia d’avanguardia in termini di assistenza alla guida, sicurezza, connettività, il tutto mantenendo dimensioni compatte e si conferma la vettura ideale per la guida dentro e fuori la città. Un altro punto di forza di Qashqai che ha contribuito a suo successo, e che vogliamo conservare, è la sua accessibilità, per offrire ai nostri clienti un ottimo rapporto “value for money”.

Nissan Ariya, ultimi test prima del lancio