Prezzi auto nuove, previsioni tra futuro e realtà

Prezzi auto nuove, previsioni tra futuro e realtà

Davvero le auto elettriche, nel breve periodo, saranno più convenienti delle tradizionali benzina e Diesel? La realtà dei fatti smentisce le ipotesi di Bloomberg

di Pasquale Di Santillo

13 maggio 2021

I sogni, su commissione, e la realtà concreta, quella dei numeri. È raro trovare una discrasia così profonda, a distanza di appena 24 ore o giù di lì. Perché in fondo, la vita è una battaglia continua tra sogni e realtà.

Cosa dice lo studio di Bloomberg

Però quando si entra nel campo dell’industria e delle inevitabili conseguenze che possono avere determinate scelte sulle nostre vite, bisognerebbe riflettere. Ci spieghiamo meglio: martedì Bloomberg ha pubblicato i risultati di una ricerca - commissionata dalla federazione Europea Transport & Enviroment - secondo la quale dal 2027 le auto elettriche saranno meno care di quelle a benzina o Diesel, una tappa intermedia rispetto al 2035 quando le vendite, in Europa, saranno quasi esclusivamente elettriche e senza incentivi all’acquisto.

Un endorsement in piena regola nei confronti della mobilità a emissioni zero fondata su previsioni abbastanza attendibili, ma sempre previsioni. Che peraltro si scontrano con la recente possibilità avanzata dalla Commissione dell’UE di una revisione delle modalità e dei tempi di introduzione del nuovo standard Euro7 per le emissioni di CO2.

Ma fin qui, contraddizione a parte, ci siamo.

I numeri reali

Poi, il giorno successivo, arriva un’altra agenzia: questa su scala italiana, per la quale, il tasso di crescita dei prezzi delle auto nuove - secondo l’Osservatorio Autopromotec - in aprile è aumentato del 2,9%, un tetto che non si toccava da due anni esatto, a maggio 2019. Rientra tutto nella logica del periodo e in quella dell’inflazione per carità, ma la discrasia tra le due comunicazione è talmente grande che tra una previsione e una realtà oggettiva, tendiamo a scegliere quest’ultima.

La previsione di De Meo

Ma se proprio volessimo essere equidistanti, sarebbe sufficiente restare ancorati alle parole che poche settimane fa ha detto Luca de Meo, nuovo CEO del Gruppo Renault. Dall’alto della sua esperienza e di un osservatorio sicuramente più privilegiato e aggiornato di tutti quelli chiamati in causa ha sostenuto con grande chiarezza e un sorriso sulle labbra che le auto elettriche costeranno di più delle altre almeno per i prossimi dieci anni.

Ecco, dovendo fare una scommessa, punteremmo tutte le nostre fiches sulla tesi di De Meo. Senza bisogno di rapporti commissionati o di endorsement. Puntando semplicemente sul buon senso.  

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi