Car of the YearOrganizzatore del premio
Car of the Year 2021

Stellantis, rivoluzione elettrica. Tavares: "Pronti a ridefinire la mobilità in tutto il mondo"

Stellantis, rivoluzione elettrica. Tavares: "Pronti a ridefinire la mobilità in tutto il mondo"© LAPRESSE

Svelato il piano industriale di Stellantis dedicato all'auto elettrica. Ecco i punti salienti dell'evento online del Gruppo automobilistico

di Redazione

8 luglio

"Non creiamo auto, ma storie da condividere nelle nostre vite. Siamo Stellantis"


"Abbiamo le dimensioni, le competenze, le capacità, lo spirito e la sostenibilità per poter raggiungere margini di profitto operativo rettificati a doppia cifra, posizionarci alla guida del settore come modello di efficienza e fornire veicoli elettrificati capaci di accendere la passione degli automobilisti.”


A chiudere la giornata, prima del momento delle domande e delle risposte dei giornalisti è Carlos Tavares:

“Il nostro percorso di elettrificazione rappresenta probabilmente la tappa più importante per iniziare a definire il futuro di Stellantis ad appena sei mesi dalla sua nascita, e oggi l’intera azienda sta dedicando tutto il suo impegno a superare le aspettative di ogni cliente e ad accelerare le nostre iniziative per ridefinire la mobilità in tutto il mondo"


A confermare l'impegno per viaggiare alla stessa velocità di un mondo che si muove velocemente verso un futuro sostenibile è Brigitte Courteh: "Per guidare i nostri clienti verso la eMobility, offriamo soluzioni di ricarica intelligente con energia verde. Stiamo lavorando con il nostro partner EngieEPS sulle soluzioni future, lanciando una rete unica di ricarica veloce e intendiamo distribuire le nostre offerte"


Per questo ha sottoscritto un Memorandum d’Intesa (MOU) con due partner attivi nell'estrazione di litio geotermico dalle brine in Nord America e in Europa per assicurarsi un approvvigionamento sostenibile di litio, identificato come la materia prima per batterie più critica in termini di disponibilità, e per avere la possibilità di integrare il litio così acquisito nella supply chain.


Stellantis vuole massimizzare il valore delle batterie nell’intero ciclo di vita attraverso la riparazione, la rigenerazione, il riutilizzo e il riciclo e creare un sistema sostenibile, che ponga al centro le esigenze dei clienti e le tematiche ambientali.


Oltre a sostenere le strategie di approvvigionamento, le sinergie di Stellantis in termini di competenze tecniche e di produzione permetteranno anche di abbassare i costi delle batterie. L’obiettivo è quello di ridurre i costi dei pacchi batterie di oltre il 40% tra il 2020 e il 2024 e di un ulteriore 20% o più entro il 2030.

Tutti gli aspetti del pacco batterie possono concorrere alla riduzione dei costi: l’ottimizzazione generale del pacco, la semplificazione del formato dei moduli, l’aumento delle dimensioni delle celle e i progressi nella chimica delle batterie.


Jean Personnaz: "Stiamo sviluppando dal 2024 una doppia strategia chimica per le batterie basata su 2 diversi punti operativi con un alto livello di sinergie in mezzo: Nickel e Cobalto free e NiBased"


Micky Bly: "Abbiamo sviluppato una strategia per il nostro powertrain elettrico incentrata su flessibilità e modularità. Questa sarà la terza generazione di tecnologia EV di Stellantis, focalizzata su un design compatto con un alto grado di riuso"


Quattro piattaforme BEV-by-design flessibili, una famiglia scalabile di tre moduli di propulsione elettrica e pacchi batterie standardizzati per coprire tutti i marchi e i segmenti. Tutte le piattaforme saranno progettate per durare durante il tempo tramite aggiornamenti continui e specifici di software e hardware


Patrice Lucas: "Abbiamo definito 4 piattaforme di strategia con moduli e tecnologie diverse per coprire le esigenze totali del mercato dell'automotive. Stellantis offrirà la soluzione più efficiente per ogni categoria di veicoli elettrificati"


La tecnologia delle piattaforme permetterà l'aggiornamento over the air dei sistemi di bordo


Gli obiettivi sono ambiziosi. Dal punto di vista tecnologico, Stellantis sta progettanto le architetture più avanzate del momento, dal punto di vista dell'efficienza e delle prestazioni.

La propulsione sara? affidata ad una famiglia di tre moduli di azionamento elettrico (EDM) che uniranno motore, cambio e inverter. Questi EDM, compatti e flessibili, sono facilmente scalabili e possono essere configurati per la trazione anteriore, posteriore, integrale e 4xe.

Questo insieme di piattaforme, EDM e pacchi batteria ad alta densita? energetica dara? origine a veicoli con prestazioni eccellenti in termini di efficienza, autonomia e ricarica.

Un programma di aggiornamento dei componenti hardware e di aggiornamento ‘over-the-air’ del software prolunghera? la vita delle piattaforme fino al prossimo decennio. Stellantis sviluppera? il software e i comandi internamente per preservare le caratteristiche tipiche di ogni brand.


Ecco le piattaforme nel dettaglio


Tocca ad Harald Wester parlara delle 4 piattaforme dedicate alle auto elettriche


Stellantis è nella posizione per diventare leader mondiale nel settore del veicoli commericiali elettrici. Dal piccolo Ami, ai grandi pick-up RAM, tutti segmenti sono coperti.


Jeep, l'iconico brand 4X4, declina l'avventura con la sostenibilità. I fuoristrada americani sfrutteranno le potenzialità della trazione elettrica per rendere ancora più efficiente la filosofia della trazione integrale, secondo il motto “Zero Emission Freedom”. 


E' dal Lingotto che Oliver Francois svela le strategie dell'elettrico secondo FIAT. "Dalla mobilità per tutti, alla sotenibilità per tutti", dice l'ad del Costruttore torinese. Il marchio italiano si occuperà della realizzazione di vetture elettriche di massa. Tra il 2025 e il 2030, quando saranno in grado di offrire l'auto elettrica allo stesso prezzo di una endotermica Fiat produrrà solo auto elettriche. "It’s Only Green When It’s Green for All”.


Nemmeno RAM sfugge all'elettrificazione: i veicoli commerciali USA saranno a batterie: "Built to Serve a Sustainable Planet”.


Per Peugeot la mobilità elettica significa offrire un veicolo elettrico piacevole da guidare, ma anche da usare tutti i giorni: “Turning Sustainable Mobility into Quality Time”.


Dodge continuerà a produrre muscle car, ma anche a trazione elettrica secondo il motto: “Tear Up the Streets... Not the Planet”.


Opel sarà il marchio cool con un occhio al vintage, come fatto con la Manta: “Green is the New Cool”, il motto del brand tedesco.


La conferenza sta proseguendo, specificando come i 14 marchi del gruppo declineranno l'elettrificazione secondo la propria storia.



Leggi qui l'approfondimento su Termoli


Stellantis investirà oltre 30 miliardi di euro entro il 2025 nell'elettrificazione e nel software mantenendo un'efficienza esemplare per il comparto automotive, in particolare con un'efficienza degli investimenti del 30% superiore rispetto alla media del settore. L'obiettivo è che i veicoli elettrificati arrivino a rappresentare oltre il 70% delle vendite in Europa e più del 40% di quelle negli Stati Uniti entro il 2030. E' quanto si legge in una nota di Stellantis.


Tavares: "Assieme al Governo abbiamo deciso che la gigafactory italiana nacerà trasformando l'impianto di Termoli"


La diretta è iniziata con il benventuto di Carlos Tavares: "Le 4 piattaforme dedicate all'elettrico saranno 5 gigafactory tra Europa e Usa"


Giornata storica per l'industira automobolistica mondiale. Stellantis, svela il piano industriale dedicato all'elettrificazione dei 14 marchi che, combinati, fanno del Gruppo nato dall'unione di FCA e PSA il quarto Costruttore globale.

Nella conferenza in diretta streaming, Carlos Tavares illustra come l'azienda intende declinare nei prossimi anni le strategie legate non solo all'auto elettrica, ma anche alla mobilità sostenibile e alla ricerca e sviluppo di batterie e accumulatori.

Cosa sappiamo dalle anticipazioni

L'amministratore delegato è chiamato a andare nello specifico su alcuni temi di cui, fino ad oggi, sono stati resi noti solo poche anticipaizoni.

Sul tema piattaforme, ad esempio, sappiamo che le elettriche del Gruppo saranno realizzate su quattro nuove piattafomre modulari, per i segmenti A-B, C-D, D-E, Suv e Pick-Up, con autonomie che vanno da 400 a 800 km. Auto che hanno bisogno di essere alimentate da batterie prodotte in casa, quindi oltre ai siti in Francia e Germania, oggi ne sapremo di più sulla realizzazione della terza Gigafactory che, con tutta probabilità, vedrà la luce in Italia.

Rivoluzione che porta necessariamente alla riorganizzazione degli impianti produttivi, con Melfi che sta recitando il ruolo di apripista per tutti gli altri.

La diretta 

Restano aperte delle domande. Scoprirermo il futuro delle auto elettriche o ci saranno anticipazioni anche sui modelli ibridi? Saranno annunciate quali e quante vetture saranno realizzate per Brand, oppure questi ultimi dettagli saranno rivelati più in là?

Per scoprirlo segui con noi la diretta testuale dell'evento.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi