Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Buon compleanno Karl Abarth, con la 695 70° Anniversario

Buon compleanno Karl Abarth, con la 695 70° Anniversario© Domenico Fuggiano

In tiratura limitata e realizzata per celebrare il compleanno del Marchio fondato da Karl Abarth, la 695 70° Anniversario è contraddistinta da una livrea verde-grigia e dallo spoiler posteriore regolabile. Monta il 1.4 T-Jet da 180 cv, i freni Brembo e i sedili Sabelt

di Maurizio Voltini

8 gennaio

La serie Abarth su base 500 è un concentrato di iconicità, e questo aspetto viene elevato all'ennesima potenza nel caso della 695 70° Anniversario. Come dice il nome stesso, si tratta di una versione realizzata appunto allo scopo di festeggiare la ricorrenza del Marchio fondato nel 1949 da Karl Abarth.

COLOR VERDE-GRIGIO NEL SEGNO DI MONZA

Abarth 695 70° Anniversario

Abarth 695 70° Anniversario

In tiratura limitata e realizzata per celebrare il compleanno del Marchio fondato da Karl Abarth, la 695 70° Anniversario è contraddistinta da una livrea verde-grigia e dallo spoiler posteriore regolabile. Monta il 1.4 T-Jet da 180 cv, i freni Brembo e i sedili Sabelt. Ecco le foto della nostra prova

Guarda la gallery

È un modello che già visivamente si caratterizza in modo inequivocabile, a partire dalla verniciatura: si tratta della livrea verde "Monza 1958", una denominazione che fa riferimento diretto al fatto che in quell'anno una 500 elaborata da Abarth ottenne qualcosa come 6 record internazionali, fatti segnare proprio sull'autodromo brianzolo. Alcuni elementi vengono evidenziati dalla differente colorazione in grigio Campovolo, e sono quelli sul perimetro inferiore (parafanghi compresi), gli specchietti e soprattutto lo spoiler posteriore. Quest'ultimo è specifico nella sua possibilità di essere regolato manualmente in 12 posizioni, potendo variare l'inclinazione da 0° a 60°. Studiato alla galleria del vento di Orbassano, determina una deportanza di 42 kg a 200 km/h, utile per chi non gradisce troppo la leggerezza del retrotreno e per ridurre le correzioni nei curvoni veloci. Si notano anche le pinze Brembo verniciate in rosso, in alluminio a 4 pistoncini e abbinate a dischi autoventilanti da 305 mm di diametro, nonché lo scarico Record Monza a quattro uscite: quest'ultimo è inconfondibile anche nel sound, che si avverte pure nei nostri rilevamenti dei decibel specie per chi sta dietro. La parte esterna è completata dai cerchi in lega SuperSport da 17 pollici e infine dai richiami al Marchio, come le targhette "70° Anniversario" o lo Scorpione in stile vintage sul cofano, oltre al tetto a scacchi.

Abarth entra nel Guinness World Record con un nuovo primato

1.949 ESEMPLARI

Internamente troviamo invece i sedili Sabelt Tricolore con rivestimenti "misti" e belle cuciture, destinati esclusivamente a questa serie speciale che, ricordiamolo, è stata realizzata in un numero limitato a 1.949 esemplari (come l'anno di fondazione dell'Abarth, appunto) tutti numerati con una targhetta nell'abitacolo. Altri elementi interessanti, ma non esclusivi, sono quelli in alluminio: pedaliera, pomello cambio e leve apertura porte.

PRESTAZIONI: LA NOSTRA PROVA

Oltre a quelle elencate non vi sono sostanziali differenze tra questa 695 e le "normali" 595 di pari potenza. Parliamo della classica (su questi modelli) motorizzazione T-Jet, vale a dire il 1.4 turbocompresso a 4 cilindri e 16 valvole, tarato in questo caso a 180 cavalli e abbinato al cambio manuale a 5 rapporti. Da questo punto di vista, abbiamo avvertito la mancanza di una marcia in più: ciò avrebbe consentito di sfruttare meglio la spinta propulsiva, che è concentrata soprattutto nell'arco intermedio dei giri motore, tanto che conviene anticipare le cambiate senza arrivare a limitatore. In ogni caso, è stato possibile scattare da 0 a 100 km/h in 6"48 (meglio dei 6"70 dichiarati) e raggiungere una velocità massima di 224,7 km/h, valori decisamente adrenalinici specie per una "macchinetta" di queste dimensioni (3,7 metri). In motricità non si è sentita molto l'assenza del differenziale autobloccante, che era montato invece sulla 595 Competizione che abbiamo testato su Auto 11/2014, quanto nel "guidato". In quel caso era meglio limitarsi in ingresso per sfruttare al massimo l'accelerazione che ti "teneva dentro" in uscita di curva; in questo caso si può invece apprezzare l'ottimo inserimento, anche se poi è più difficile sfruttare a fondo il gas, anche per via dell'intervento dei controlli elettronici. L'assetto "tavola" (quello Koni) rende divertente la guida anche a basse velocità; quando poi si inserisce la modalità Sport (modifica pure la taratura del servosterzo) si apre un mondo a sé. Da parte loro i freni sono pronti e hanno una buona resistenza alla fatica, ma la intrinseca instabilità del retrotreno non permette di fare meglio di 34,2 metri nell’arrestarsi dai 100 orari. I consumi sono ovviamente correlati al modo in cui usiamo la 695, ma se ci si contiene (non è facile...) si possono passare i 20 km/litro, con una media complessiva comunque accettabile sui 15 km/litro.

QUANTO COSTA

L'Abarth 695 70° Anniversario è a listino a 34.900 euro e, pur se mancano elementi come start&stop o cruise control, tuttavia non rinuncia all'impianto stereo Beats con subwoofer nel baule, che fa capo alla radio DAB del sistema Uconnect con display da 7" assieme all'Abarth Telemetry che misura le prestazioni.

La gamma Abarth: consulta il listino completo di Auto!

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi