Sarà EQS Concept? Forse, perlomeno se seguirà le più recenti anticipazioni di Mercedes EQ. La divisione elettrica presenterà al Salone di Francoforte un’interpretazione molto attesa, più del suv d’esordio EQC, più di EQV in prima mondiale nella versione di serie.

L’anteprima di un’elettrica di lusso, unico indizio rilasciato da Mercedes insieme a un teaser e una silhouette, punta chiara nella direzione che sarà, nei prossimi anni, di Mercedes EQS (tra i rumours è emersa nei mesi scorsi anche la sigla EQE).

ARCHITETTURA ELETTRICA DEDICATA

Progetto di grande berlina di lusso, elettrica e sviluppata su un’architettura dedicata all’elettrico, non già una trasformazione di piattaforme nate per il termico.

Quanto sia importante l’utilizzo di un’architettura “nativa elettrica” è nell’ottimizzazione degli ingombri, vero grande vantaggio di uno schema “meccanico” del tutto diverso. Si arriva a guadagnare fino a un segmento di spazio in rapporto agli ingombri esterni.

Leggi anche: Nuova Classe S, come cambierà tra ibrido e Livello 3

Vuol dire, in soldoni, racchiudere in una lunghezza da grande berlina lo spazio di un’ammiraglia. Sbalzi minimi e passo molto esteso, in sintesi.

DAI MULETTI AL TEASER

I muletti di sviluppo sono già stati avvistati su strada e la silhouette diffusa da Mercedes conferma le impressioni avute su strada. Una linea molto filante e con la cellula abitacolo particolarmente estesa sui volumi anteriore e posteriore, montanti ad arco, linea dei finestrini sportiva.

Quel che, di nuovo, dicono le anticipazioni a pochi giorni dal Salone, si registra sul frontale. La calandra completamente chiusa e retroilluminata blu è filo conduttore di Mercedes EQ, maschera con logo illuminato ed estesa per racchiudere i gruppi ottici, dotati di un supplemento di fari led tra fascia anteriore e cofano.

Occhi puntati sul concept elettrico anche per registrare le possibili novità tecnologiche che potrebbero debuttare già con nuova Classe S, attesa nel corso del 2020.

INTERNI

Un progressivo anticipare contenuti che, su Twitter, ha visto Mercedes svelare anche l’abitacolo del concept EQ. Quattro sedute singole, tunnel sospeso e uno dei tratti che sarà distintivo delle prossime Mercedes, a cominciare proprio da Classe S e proseguire con la nuova generazione di Classe C, ovvero, il tablet in posizione verticale.


Un infotainment che è centro di controllo in realtà, sul concept si sviluppa come un’estensione del tunnel, in realtà raccordato alla plancia. Schermi touch che campeggiano anche su pannelli delle portiere, per una completa revisione dei comandi e interfaccia tra uomo e veicolo. Il tablet verticale fa da schermo per i contenuti, i display dedicati diventano il controller.

Notevole anche l’eleganza e pulizia delle feritoie del clima integrate sulla plancia lucida, che nasconde ancora elementi da scoprire dietro al volante, in sostituzione della solita strumentazione.