Corolla e nuova Yaris sono tra i modelli candidati a ricevere un trattamento sportivo, in casa Toyota. Versioni destinate al mercato europeo che potranno fregiarsi della sigla GR, Gazoo Racing, la divisione sportiva della casa nipponica, protagonista nei rally e nel campionato endurance.

Toyota Supra, GR lo è per natura. Altre declinazioni sono state sviluppate appositamente per il mercato nipponico, differenziando i livelli tra GR Sport, GR e GRMN, quest’ultima la massima espressione della performance, apprezzata sulla Yaris di terza generazione, in edizione limitata.

GR SPORT, RITOCCHI ALL'ASSETTO

Al Salone di Tokyo tocca a Toyota C-HR presentarsi in GR Sport, un’interpretazione diversa nel design e nelle regolazioni dell’assetto, a motorizzazione e potenza invariati.

Leggi anche: Toyota Corolla GR Sport e Trek, versioni speciali al debutto 

Esteriormente spicca il paraurti anteriore con ampie griglie e aperture, dove al posteriore è completato anche da quattro appariscenti terminali di scarico. I cerchi con finitura titanio sono nella misura da 19 pollici e gommatura 225/45.

Leggi anche: C-HR 2020 con l'ibrido sportivo da 184 cv

La personalizzazione di C-HR GR Sport è anche nelle regolazioni delle sospensioni, modificate nella rigidità delle molle e degli ammortizzatori, oltre a utilizzare barre stabilizzatrici dal diametro maggiorato. Interventi sulla scocca completati da un elemento di irrigidimento applicato nel sottoscocca, in posizione centrale.

Leggi anche: Toyota Yaris, quarto atto e quarta generazione di ibrido

L’ambiente sportivo, all’interno, è tratteggiato dal volante con una corona più piccola - la servoassistenza darà un feedback più diretto al guidatore -, i rivestimenti parziali in pelle e la pedaliera in alluminio.