Questo 2020 così particolare, ha portato anche a tante scoperte. Il turismo all'interno del nostro meraviglioso Paese, per tanti, ha rappresentato l'occasione per scovare meraviglie mai minimamente immaginate. In questo cambio di paradigmi, si può fare un passo ulteriore: pensare a una vacanza che inizia già quando si sale in auto e non solo quando si arriva a destinazione. Ma dare avvio al divertimento, già quando si gira la chiave dell'accensione, è anche una questione di auto.

VACANZA IN AUTO D'EPOCA: QUANDO CONVIENE

Bene, una ricetta per una vacanza di soddisfazione a 360 gradi, è quella di un viaggio sulle più belle e panoramiche strade del nostro Paese alla guida di un'auto d'epoca. E quale periodo migliore ci potrebbe essere, per gustare gli scenari che tutto il mondo ci invidia, se non quello immediatamente seguente alle calde giornate d'estate? Il momento che precede i primi freddi, come sanno i più esperti spideristi, è ideale per viaggiare accarezzati dall'aria che non è più rovente. Chi invece sceglie le coupé o le berline entrate nella leggenda non avrà motivo per rimpiangere i comfort delle auto moderne, come l'aria condizionata. Quanto è ambita l'emozione di guidare auto d'epoca su percorsi che i viaggiatori di tutto il mondo sognano di percorre almeno una volta nella vita lo possono testimoniare alcuni operatori specializzati, quelli che custodiscono autentici gioielli d'epoca a quattro ruote per facoltosi collezionisti, gente che lascia permanentemente auto preziose nel nostro Paese, per averle a disposizione per vacanze tra luoghi stupendi, punteggiati da soste dove cibo e vini rappresentano traguardi speciali.

Nel listino dell'usato di Auto, tante occasioni da non perdere a portata di click!

VACANZE IN AUTO D'EPOCA: COME NOLEGGIARLE

Tutto ciò non è però un lusso inavvicinabile: basta un giro sul web per scoprire un'offerta decisamente vasta. Per esigenze di spazio non le potevamo riportare tutte.

Come si può vedere dalla tabella delle auto sopra, corredata dei contatti delle società di noleggio, un tuffo nel passato si può fare in tanti modi: c'è chi propone in affitto pure Vespa d'epoca, che hanno tutto un loro fascino, le spider abbondano, come pure le sportive o le berline di classe. I prezzi al giorno possono partire da 90 euro per una Vespa, con 200 euro si può avere per una giornata una Fiat 500 L del 1969, per passare a 500 per una Porsche 911 Targa o a 600 necessari per una Alfa Giulietta spider del 1959 o a 646 per una Rolls Royce Convertible o una Ferrari 308 GTS.

Un altro fatto da considerare è che molti operatori noleggiano attraverso una rete di collaboratori sparsi su tutto il territorio italiano e pure europeo, quindi, nel caso di un viaggio in aereo, potrebbe essere l'occasione per prendere in affitto un'auto d'epoca, scegliendola oculatamente da casa, invece di una vettura moderna.

PERCORSI

Per rendere davvero piacevole l'esperienza di una gita o una vacanza alla guida di un'auto d'epoca è importante pianificare bene i percorsi che si vogliono affrontare. Molto spesso le società specializzate nel noleggio di auto d'epoca propongono dei tracciati precisi, se non proprio dei pacchetti completi. Seguire i consigli degli esperti è sempre saggio. In primo luogo, viaggiare su strade poco trafficate permette di gustare ancore di più la guida di un gioiello a quattro ruote d'altri tempi, perché non bisogna fare i conti coi patemi (cui possono essere soggetti i guidatori meno scafati) che possono derivare dal guidare auto che non hanno certo la frenata di quelle attuali, quindi viaggiare in colonna impone delle attenzioni in più. Non va poi trascurato il capitolo sicurezza, fermarsi a pranzo dove ci sono le telecamere o comunque si tiene l'auto sott'occhio, può mettere al riparo dal rischio di atti vandalici. Nel caso degli alberghi, è inderogabile il garage chiuso e videosorvegliato.

Auto d'epoca in mostra a Castel Romano fino all'11 ottobre

PATTI CHIARI

Se quando si prende in affitto un'auto normale bisogna stare attenti a mille aspetti, dalle condizioni della vettura alle coperture assicurative, figuriamoci con un'auto d'epoca. Per questo motivo, è importante, prima di tutto, affidarsi a operatori non solo esperti, ma è bene anche verificare che godano di una buona reputazione. L'auto d'epoca è un oggetto particolare, da trattare con cura, poi bisogna considerare che ci sono mezzi che possono richiedere anche qualche cautela in più, per questo motivo, se non si è mai guidata l'auto che si intende noleggiare, è consigliabile documentarsi prima su quella che è la reale godibilità.

Asi-Anci, accordo per rilanciare il turismo con le auto d'epoca

Inoltre è bene chiarire prima ogni aspetto legato a malaugurate rotture meccaniche, con relativo intervento del soccorso stradale. Bisogna tenere a mente che le auto di una volta erano soggette (anche da nuove) a guasti molto più frequenti di quelle di oggi. Alla fine, bastano alcune piccole accortezze per godersi un'esperienza fantastica.

GARE STORICHE, CHE FASCINO!

Una gita al volante di un'auto d'epoca su strade panoramiche, magari anche poco trafficate, è affascinante; ma una gara alla guida di auto d'epoca, per di più su tracciati di corse entrate nella leggenda, può essere emozionante. Così le società di noleggio più organizzate, nella gamma delle loro proposte, mettono anche la partecipazione a competizioni per auto d'epoca.

Presentata la Fondazione Gino Macaluso per l'Auto Storica

Certo è che c'è gara e gara, per lo più si tratta di prove di regolarità. Di sicuro è un'esperienza appagante, perché ci si trova in mezzo a uno spaccato della storia dell'automobilismo, alla guida di un'auto che ha contribuito anch'essa a scrivere pagine di quella storia. Per i più smaliziati, ma soprattutto facoltosi, ci sono poi le corse di velocità per auto storiche, in pista, in salita o i rally. Il discorso, a questo punto, si fa più complicato. Un buon consiglio, prima di incamminarsi verso questa costosa esperienza, è di andare a vedere da spettatori qualche gara di auto storiche, già dalle prove e non solo nel giorno della corsa. Sarà molto utile per capire le complessità (e i costi) che si debbono affrontare.