Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Audi RS6 Avant, prestazioni da supercar con il tuning di Mansory

Audi RS6 Avant, prestazioni da supercar con il tuning di Mansory

Il tuner tedesco ha realizzato un'elaborazione che regala ulteriore potenza e carattere alla super station wagon di Audi, la RS6 Avant

di Redazione

9 giorni fa

C'è chi ama la velocità e la potenza, anche a discapito dello spazio e del comfort, e chi invece non sa rinunciarvi. È a loro che Mansory si rivolge con la sua ultima elaborazione, che ha come protagonista l'ultima generazione dell'Audi RS6 Avant. Il tuner tedesco, storicamente dedicato alle supercar e alle granturismo, si è negli ultimi anni dedicato sempre di più a vetture più confortevoli e versatili, come i Suv e appunto le wagon. Con il trattamento di Mansory, la già potente e veloce tedesca ha guadagnato ben 130 cavalli e 200 Nm, e sfoggia prestazioni da brivido.

Audi RS6 Avant, super station wagon con Mansory

Audi RS6 Avant, super station wagon con Mansory

Il tuner tedesco Mansory ha elaborato la station wagon più performante della Casa di Ingolstadt, l'Audi RS6, che ora vanta 730 cavalli e 1.000 Nm

Guarda la gallery

Audi RS6 Avant, super station wagon con Mansory

L'Audi RS6 Avant di serie è una delle “giardinette” più veloci e performanti al mondo, grazie ai 600 cavalli e agli 800 Nm erogati dal suo V8 biturbo da 4 litri. Numeri aumentati sensibilmente grazie all'elaborazione di Mansory, che ha definitivamente trasformato la wagon di Ingolstadt in una autentica supercar: ora i cavalli sono 730 (più di una Ferrari F8 tributo o una McLaren 720S), mentre la coppia ha raggiunto l'incredibile valore di 1.000 Nm. Cresciute di conseguenza anche le prestazioni, con l'accelerazione da 0 a 100 viene coperta in appena 3”2 (4 decimi in meno rispetto al modello standard).

Oltre al motore, Mansory ha lavorato su diverse altre componenti per migliorare la performance, in particolare con un nuovo impianto di scarico. Sostanziali anche le modifiche all'aerodinamica, decisamente più estrema rispetto al modello di serie. Per quanto riguarda le ruote, Mansory ha optato per gomme 295/30 R22, con cerchi in lega forgiati di tipo YN.10, che limitano le masse non sospese.

A livello estetico le modifiche si concentrano nei paraurti anteriore e posteriore, realizzati in carbonio così come le minigonne laterali. Il tuner bavarese ha optato per una tinta nera, su cui spiccano alcuni elementi arancioni: la striscia che percorre tutta la vettura dal muso fino alla coda, le pinze dei freni e dettagli di cerchioni, prese d'aria e paraurti. All'interno, infine, dominano nappa vellutata e Alcantara, materiali utilizzati per tutti i rivestimenti. Elementi in carbonio e dettagli a contrasto in arancione completano il quadro di questa station wagon che non fa nulla per passare inosservata.

Ferrari vince la disputa legale contro Mansory grazie alla Corte europea

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi