Ferrari F8 Tributo, Mansory non si accontenta: arriva una nuova F8XX

Ferrari F8 Tributo, Mansory non si accontenta: arriva una nuova F8XX

Seconda elaborazione della superar di Maranello per il tuner tedesco. Questa volta la carrozzeria e nera e oro e il body kit è più aggressivo che mai

di Redazione

15 febbraio

A divertirsi con la Ferrari F8 Tributo pare che Mansory ci abbia preso gusto. Dopo la prima interpretazione, Mansory F8XX da 880 CV, presentata a inizio 2021, a distanza di appena un anno la supercar di Maranello viene di nuovo trasformata. Se la prima volta indossava un Catania Green (con interni in pelle beige), questa volta sono il nero e oro a farla da padrone, colori ripresi anche per l’abitacolo.

Ferrari F8XX by Mansory

Ferrari F8XX by Mansory

Dal tuner tedesco arriva, a distanza di un anno dalla prima, una nuova rielaborazione della Ferrari F8 Tributo, questa volta con una carrozzeria in nero e oro (stessi colori che si ritrovano anche all'interno). Le forme sono più aggressive, merito del body kit. Il V8 biturbo modificato è lo stesso della precedente versione: con interventi all’unità di controllo motore e un nuovo impianto di scarico è in grado di erogare 880 CV e 960 Nm, scattare da 0 a 100 in 2,6 secondi e raggiungere una velocità massima di 354 km/h

Guarda la gallery

Tutte le modifiche

Quali sono le altre differenze? In questa seconda trasformazione, la F8 Tributo è più cattiva e prepotente. Merito del body kit di Mansory che comprende uno spoiler frontale più ampio con alette laterali (elementi che troviamo anche sul paraurti) e minigonne laterali con estensioni. Ci sono poi nuove calotte degli specchietti retrovisori esterni, diverse prese d’aria e anche un inedito diffusore che va a modificare completamente il paraurti posteriore, aggiungendo al centro una luce di stop (come in Formula1) e quattro terminali di scarico. Il tuner poggia su cerchi in lega dorati con raggi a V, sportivi e super leggeri Mansory YT.5 (21” all’anteriore e di 22” al posteriore), abbinati a pneumatici ad alte prestazioni.

A proposito del propulsore, invece, le modifiche al V8 biturbo (ovvero all’unità di controllo motore e con la presenza di un nuovo impianto di scarico) gli permettono di erogare 880 CV e 960 Nm: stessi numeri giò visti nella precedente rielaborazione. Secondo quanto dichiarato da Mansory, servono appena 2,6 secondi per scattare da 0 a 100, e al velocità massima è di 354 km/h (contro i 720 CV e 770 Nm, i 2,9 secondi e i 340 km/h della Ferrari standard). 

Ferrari 812 GTS con Mansory diventa Stallone: arancione e potente

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi