Lancia Delta, dalla Futurista alla nuova costosissima Safarista

Lancia Delta, dalla Futurista alla nuova costosissima Safarista

La prima è stata presentata nel 2018, l'altra è il nuovo progetto di Automobili Amos che verrà prodotto in soli 10 esemplari e dal prezzo elevatissimo

di Redazione

24 ottobre

Quattro anni fa Automobili Amos omaggiava il rally con la Lancia Delta Futurista. L'ultima delle 20 unità prodotte, con la sua librea bianca e le strisce rosse, azzurre e blu celebra il campionato del mondo, mentre già si studia un nuovo inedito progetto: la Delta Safarista che nel 1988 vinse il Rally Safari. 

Quella svelata e quella in arrivo

La vettura è equipaggiata con un motore da 330 CV a trazione integrale. Il paraurti è in fibra di carbonio, materiale utilizzato per altri particolari della carrozzeria. L'abitacolo mantiene quel gusto retrò che la rende unica nel suo genere: i sedili sono rivestiti con Alcantara rosso che si abbina perfettamente con la plancia squadrata. Rimane anche il cambio manuale, e il pulsante "Levati" per attivare gli abbaglianti. 

Per quanto riguarda il nuovo progetto invece, la Lancia Safarista, è stata usata un'HF Intergrale 16V come base. L'assetto generale dell'automobile è stato rialzato, mentre il paraspruzzi è stato largamente modificato. Dall'estrattore emergono due scarichi, mentre le gomme sono tassellate su cerchi con cover anch'essa in fibra di carbonio. L'automobile sarà prodotta in soli 10 esemplari e il costo per ognuno di essi è davvero elevatissimo: servono infatti 570 mila euro per portarsi a casa questo pezzo da collezione.

Fiat Panda 4x4, il restomod la trasforma in un mini Suv inarrestabile

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi