Ferrari, i 5 modelli (+1) che hanno fatto la storia del Cavallino

Ferrari, i 5 modelli (+1) che hanno fatto la storia del Cavallino

Conosciuta e desiderata in tutto il mondo, la Ferrari ha legato il proprio nome a quello di alcuni modelli davvero unici: ecco i 5 (+1) più importanti secondo noi

di Lorenzo Lucidi

24 giugno 2021

Ferrari 250 GTO

Ferrari 250 GTO, la Rossa più famosa di tutte: FOTO

Ferrari 250 GTO, la Rossa più famosa di tutte: FOTO

Gli addetti ai lavori la considerano la Ferrari per antonomasia, la migliore vettura mai fabbricata a Maranello e la sportiva di punta degli anni Sessanta. Progettata da un giovane Mauro Forghieri, la coupé è stata protagonista nelle competizioni sportive, diventando una regina del Gran Turismo

Guarda la gallery

Tutte le Ferrari, specie quelle meno recenti, hanno un ingente valore economico. Ma le vetture della serie 250 le superano tutte. Questo modello ci ha ormai abituati a veder abbattere ogni record in tutte le aste in cui un esemplare è stato messo in vendita. Clamorosi i casi della GTO priva di cambio venduta nel 2017 per 44 milioni di dollari, e quella battuta all'asta l'anno successivo per la cifra record di 80 milioni di dollari (circa 70 milioni di euro).

Ma cos'è che ha reso quest'auto tanto preziosa? Innanzitutto la sua rarità: la 250 GTO venne prodotta in soli 36 esemplari tra il 1962 e il '64. Poi il design del modello, a firma di Giotto Bizzarrini con Sergio Scaglietti, ha conquistato il pubblico dell'epoca ma anche quello attuale, tanto che la 250 è diventata una vera e propria icona dello stile italiano. Infine il palmarès della vettura, che conquistò numerosissime vittorie in tutto il mondo. Dalla 12 Ore di Sebring alla 24 Ore di Le Mans, passando per il Tourist Trophy, la 500 km di Spa e la Targa Florio, con piloti del calibro di Phil Hill, i fratelli Rodriguez, Roger Penske, Graham Hill, Lodovico Scarfiotti e Lucien Bianchi.

A rendere unica questa vettura anche la scheda tecnica, impressionante se si considera l'epoca in cui l'auto è stata realizzata. La 250 GTO infatti poteva contare su un motore V12 da 3 litri capace di circa 300 cavalli, con una potenza specifica di 100 cv/litro, un record per gli anni '60. Le prestazioni erano di conseguenza elevatissime, con un'accelerazione da 0 a 100 in 6 secondi e una velocità massima che poteva arrivare, a seconda dei rapporti utilizzati, a 283 km/h. La sigla GTO (gran turismo omologata) è stata poi ripresa negli anni '80 per la 288 GTO e di recente per la 599 GTO, versione estrema della berlinetta 599 GTB Fiorano.

GTO Squalo, la Ferrari 250 SWB rinasce con un V12 da 10.000 giri

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi