Maserati, i 5 modelli (+1) che hanno fatto la storia del Tridente

Maserati, i 5 modelli (+1) che hanno fatto la storia del Tridente

Dal 1914 a oggi, quella di Maserati è stata una storia ricca di successi e cambiamenti. Ecco la nostra top 5 (+1) dei modelli secondo noi più importanti per la Casa di Modena

di Lorenzo Lucidi

1 luglio 2021

Maserati 3500 GT

Nei suoi primi decenni di vita, Maserati aveva prodotto sia vetture strettamente da competizione che coupé di tipo granturismo, ma sempre con numeri estremamente ridotti. Negli anni '50 la gestione della Casa decise di fare un salto di qualità, andando a realizzare un'auto di lusso oltre che sportiva, appetibile da un pubblico più ampio e da produrre con volumi decisamente più ampi. Il modello a cui fu affidata questa rivoluzione fu la 3500 GT, coupé sportiva e lussuosa lanciata nel 1957 e prodotta fino al '64.

Sebbene i circa 2.200 esemplari realizzati possano sembrare ben pochi rispetto ai criteri di oggi, per Maserati si trattò di un fortissimo salto in avanti. Basti dire che la A6G 54 la coupé che precedeva la 3500 GT, venne prodotta in 60 esemplari, la A6 G 2000 in appena 16. Il nuovo modello fu comunque rivoluzionario anche da altri punti di vista: la 3500 GT infatti adottava un motore 6 cilindri in linea di cilindrata molto superiore, pari a 3,5 litri. Capace di erogare 230 cavalli, donava alla coupé prestazioni di primo livello, anche se limitate da un peso importante.

Durante la sua carriera, l'auto venne aggiornata e migliorata con l'introduzione di una versione leggermente potenziata (la Gti) e della spider, a cui si affiancarono le fuoriserie realizzate da carrozzieri come Bertone, Frua, Moretti e Allemano. La Maserati 3500 GT fece poi da base per successive evoluzioni di altri modelli del Tridente, come la Sebring, la Mistral e la 5000 GT, dotata di motore V8.

Maserati Ghibli Operanera, Special Edition dal Sol Levante

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi