1 di 11

Alfa Romeo Alfetta GTV 2000 Turbodelta: si poteva osare di più

Nata nel 1979 la Alfa Romeo Alfetta GTV 2000 Turbodelta è stata prodotta dalla casa di Arese in soli 400 esemplari, necessari per l’omologazione per le competizioni del Gruppo 4 del campionato Rally. Abbandonato il progetto Montreal e quindi anche la produzione degli 8 cilindri a V, l’Alfetta Turbodelta era una vettura coupè sovralimentata con un turbo compressore prodotto dalla Kühnle, Kopp & Kausch (KKK), che trovava posto nel cofano di una Alfetta GTV 2000, installato dalle sapienti mani degli operai degli stabilimenti Autodelta. Alcune modifiche dell’auto originale riguardavano anche i carburatori, sigillati ermeticamente con nuove guarnizioni per reggere la pressione del turbocompressore, l’abbassamento del rapporto di compressione e il cambio della frizione e delle guarnizioni della testata. Esternamente l’auto aveva una banda laterale con la scritta “Turbodelta” e delle prese d’aria più grandi, sul cofano e anche sui passaruota.

Le prestazioni erano di tutto rispetto, grazie ai 150 CV di potenza e all'erogazione del turbo anche i bassi regimi. La velocità massima registrata era di 206 chilometri. Nonostante la buona riuscita tecnica dell'auto, l'Alfetta GTV 2000 Turbodelta, non ebbe successo nel camapionato rally e il progeto fu presto abbandonato, evitando così di provare ad avere successo in un segmento dove, nonostante l'inflazione e la crisi del prezzo dei carburanti, sembrava esserci mercato. A comperarla oggi, una Alfetta GTV 2000 Turbodelta costa circa 45.000 Euro

  • Link copiato

Da non perdere

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi