Abarth

Abarth è una Casa automobilistica italiana fondata il 31 marzo del 1949 dall’ingegnere italo-austriaco Karl Abarth e dal suo socio, il pilota Guido Scagliarini. Il nome del marchio è legato alle sue vittorie in pista ma soprattutto ai kit di elaborazione realizzati per le auto Fiat.

Dalle marmitte alla 750

Nel secondo dopoguerra, il pilota ed elaboratore Karl Abarth, impiegato alla Cisitalia, fa successo con le sue Marmitte Abarth, inizialmente realizzata per la Topolino, accessorio che riesce a dare alla piccola utilitaria il suono di un’auto più performante. Grande appassionato di elaborazioni, Abarth realizza il suo primo kit ufficiale con la Fiat 600, creando la Fiat-Abarth 750. L’operazione riesce, e poco dopo Abarth compie lo stesso lavoro sulla mitica 500, dando vita alla 500 Abarth.

Quel logo iconico

La rielaborazione dell’utilitaria torinese gli regala un successo commerciale incredibile, in grado di far conoscere a tutti il suo marchio, che come logo vede l’iconico Scorpione (segno zodiacale di Abarth e di Scagliarini) su uno scudo (simbolo di vittoria) e sfondo giallo e rosso (colori della città di Merano, città natale del padre).

Anni ’70: Fiat, Autobianchi e Lancia

Nel 1971 Abarth viene acquisita dalla Fiat, iniziando così a collaborare anche con Lancia, Autobianchi e Ferrari. In quegli anni produce interpretazioni di auto del gruppo, come la A112 Abarth, ma anche vetture protagoniste nei rally come le 124 Spider, 131, Ritmo, Lancia 037, S4 e Delta.

Nel 2007 il grande rilancio

Nel 2007 il marchio viene rilanciato dalla stessa Fiat. Primo modello del nuovo corso è la Abarth 500, spinta da un motore T-Jet 1.4 Turbo 16v da 135 cavalli, che grazie ai nuovi kit di elaborazione "esseesse", "esseesse Koni", "Abarth Elaborazione 595" e "695 Abarth Brembo Koni" arriva fino a 160 ccv. Nel 2008 viene lanciata la Abarth Grande Punto, mentre nel 2009 la Grande Punto Abarth Supersport.

Modelli ancora di successo

I modelli famosi più recenti sono le piccole sportive 595 Turismo (160 cv) e la 595 Competizione (180 cv). In gamma sono entrate poi altre versioni in serie limitata, tra cui le più potenti 695 con motore potenziato a 180 cv, fino a giungere nel 2014 alla 695 Biposto da 190 cv. Nel 2019 Abarth festeggia i suoi primi 70 anni, per una storia e una tradizione di successo che dura ancora oggi.

I modelli Abarth

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi