Il prossimo Salone di Francoforte, che aprirà i battenti per la stampa il 12 settembre, sarà inondato da un’alluvione di sport utility. Non restyling e nemmeno nuove generazioni di modelli già esistenti ma vetture inedite. Che si inseriscono in un più ampio panorama, in cui spicca la già (ap)prezzata Range Rover Velar, via di mezzo tra Evoque e Range Rover Sport in vendita con prezzi a partire da 58.800 euro. 

Appartiene al settore premium ma viene da oltremanica la DS7 Crossback, sport utility di grandi dimensioni di concezione sartoriale del marchio PSA. Presentata a Gnevra è già ordinabile nell’esclusiva versione di lancio Premiére equipaggiabile con motori BlueHDi 180 S&S e THP 225 S&S abbinabili al cambio automatico 8 rapporti.

E’ già stata mostrata ma non toccata con mano Opel Grandland X, sorella maggiore della Crossland X che debutterà a Francoforte: lunga 4,48 metri è sviluppata sulla stessa piattaforma di Peugeot 3008, cui andrà a far concorrenza. Lo IAA sarà palcoscenico di una offensiva compatta del Gruppo Volkswagen: VW T-Roc, Seat Arona e Skoda Karoq (nell'immagine in apertura), tre crossover che condividono piattaforma e non solo. 

Anticipa la concorrenza anche se non ne conosciamo ancora le forme: Hyundai Kona. Il nome esotico deriva da una località delle Hawaii, per sottolineare le ambizioni avventurose. Arriva in estate per sgomitare nel sempre più affollato segmento dei B-Suv. 

Infine una novità già annunciata ma che non arriverà nelle concessionarie fino alla seconda metà del 2018: Citroen C5 Aircross, caratterizzato da un design che evolve quanto già espresso su C3 e C4.