Aston Martin DBX S, annunciato il più potente tra i suv di lusso

Aston Martin DBX S, annunciato il più potente tra i suv di lusso

Verrà presentato l'1 febbraio il top di gamma di Aston Martin DBX. Gli interrogativi sul livello di potenza ruotano intorno al motore, sarà un V8 o un V12? Per superare le rivali nel segmento super-suv serve puntare quota 700 cavalli

18 gennaio

Basta un tweet a orientare. Così, l'annuncio di Aston Martin DBX S, in arrivo il prossimo 1 febbraio - la sigla non è ufficiale ma altamente supportata dai rumours -, del più potente suv di lusso sulla scena indirizza circa le caratteristiche attese.

Sappiamo come ci sia la Vantage V12 tra le novità di prodotto che la casa inglese lancerà quest'anno. Aston Martin a navigare in acque non esattamente tranquille, con le voci intorno alla posizione dell'a.d. Moers e i dissidi interni successivi all'arrivo del tecnico ex responsabile di Mercedes-AMG.

I suv rivali

Oltre alla sportivissima Vantage, ecco DBX S (leggi il test drive del DBX V8). Il più potente tra i suv presenti sulla scena, oggi, è Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid, con i suoi 680 cavalli, seguito dal Lamborghini Urus, 650 cavalli dallo schema V8 4 litri, poi ecco Bentley Bentayga Speed, con il W12 da 635 cavalli. Questo è il parterre di rivali.

Per fare meglio, serve andare oltre quota 650. Come riuscirci? Sappiamo della disponibilità dei propulsori Mercedes-AMG V8, ma nessuna unità tra quelle commercializzate è in grado di andare oltre i 650 cavalli. 

LEGGI ANCHE - Mansory, DBX V8 vola a 800 cavalli

Sono 634 i cavalli erogati dall'applicazione del V8 su AMG GLE 63 S, senza contare lo scenario diversissimo del powertrain E Performance, ibrido plug-in, di Mercedes-AMG GT 63 S. Altra storia se si pensa a un profondo intervento di elaborazione.

Aston Martin DBX, la prova FOTO

Aston Martin DBX, la prova FOTO

Il primo Suv della Casa inglesi rivela doti di grande versatilità, abbinati alle tradizionali eleganza e sportività che contraddistinguono il marchio

Guarda la gallery

Soluzione V12?

È realistico immaginare un'applicazione ulteriore del motore V12, storica unità impiegata da Aston Martin, che avrebbe potenziale valido per volare ben oltre i 650 cavalli, abbattendo anche il muro dei 700?

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da carspymedia (@carspymedia)

I muletti avvistati al Nurburgring hanno raccontato di un DBX S dal cofano motore con duplice apertura di sfogo dell'aria, una fascia frontale dominata dalla calandra priva dei profili orizzontali, sostituiti da una griglia a maglie strette. Un extra di raffreddamento ottenuto lavorando sulla zona inferiore del muso, tra calandra e spitter - molto più sagomato - e alle estremità, dove sono evidenti le masse radianti dietro la griglia. 

Sotto al cofano batte un'unità dalle elevate richieste di raffreddamento. Altri accorgimenti in arrivo interessano il retrotreno, con quattro terminali di scarico.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi