Mercedes-AMG One, dalla Formula 1 alla strada con 1.063 cv

Mercedes-AMG One, dalla Formula 1 alla strada con 1.063 cv

Sfrutta l'esperienza maturata in anni di vittorie nel Mondiale di Formula 1, con una scheda tecnica da record (il suo V6 raggiunge gli 11mila giri) e prestazioni uniche: ecco la nuova Mercedes-AMG One

di Redazione

1 giugno

Un'auto da corsa, sviluppata con materiali e tecnologie derivate direttamente dalla Formula 1, ma omologata per circolare liberamente su strada, pur con pochissimi compromessi. È questa la filosofia alle spalle della Mercedes-AMG One, hypercar sviluppata dalla divisione sportiva della Casa di Stoccarda per mostrare al mondo tutto il potenziale sportivo del brand tedesco. Quello stesso Marchio che è stato in grado di dominare incontrastato sui circuiti di F1 di tutto il mondo dal 2014 fino quasi a oggi, conquistando Titoli su Titoli. Una trasfusione di know-how dalla pista alla strada che si riassume nella One, nei suoi oltre 1.000 cavalli di potenza ibrida e nelle sue prestazioni che trovano, nel mercato automobilistico attuale, ben poche rivali.

Mercedes-AMG One, l'hypercar con tecnologia F1

Mercedes-AMG One, l'hypercar con tecnologia F1

Oltre 1.000 cavalli di potenza ibrida e un V6 capace di raggiungere gli 11mila giri/min: Mercedes-AMG trasfserisce la tecnica delle sue F1 su una vettura stradale da record

Guarda la gallery

Dalla pista alla strada

Quella della Mercedes-AMG One è una storia lunga, cominciata nel 2017, con la presentazione, al Salone di Francoforte, della prima concept car Project One. Lo sviluppo dell'auto è durato da allora ben 5 anni, a testimonianza dell'estrema complessità del progetto, ma anche delle grandi ambizioni della Casa tedesca. La One, infatti, ha raccolto la difficile sfida di trasferire su una vettura omologata per l'utilizzo stradale tutte le tecnologie normalmente presenti su una monoposto di Formula 1, con la difficoltà aggiuntiva di renderle fruibili e soprattutto affidabili in un contesto uso completamente diverso da quello degli autodromi del Mondiale.

Il risultato di questo sforzo ingegneristico è una hypercar da record, con una scheda tecnica davvero unica: i tecnici della Mercedes AMG hanno infatti optato per mantenere un powertrain il più possibile simile a quello delle monoposto F1, con un V6 sovralimentato da appena 1,6 litri, supportato da tre propulsori elettrici da 120 kWh ciascuno, più uno da 90 kW. La potenza complessiva di sistema? Oltre 1.000 cavalli, per la precisione 1.063, scaricati sulle quattro ruote grazie alla trazione integrale ibrida 4Matic+ Performance, in cui l'asse anteriore è mosso esclusivamente da due motori elettrici, mentre a quello posteriore è affidata la cavalleria del tandem endotermico+elettrico.

V6 da record

Strettamente imparentato con l'unità che muove le monoposto di Lewis Hamilton e George Russell, il V6 della One ha una funzione portante ed è ancorato direttamente alla scocca in carbonio. Il dato che stupisce di più è comunque quello legato al regime massimo di rotazione, pari a ben 11mila giri/minuto. Un'autentica sfida tecnica, complicata dal fatto di dover garantire l'affidabilità del propulsore anche con l'utilizzo di benzine commerciali, non progettate per raggiungere regimi così elevati. Per raggiungere questo obiettivo, gli ingegneri Mercedes AMG hanno dovuto fare ricorso a ruote dentate per l'azionamento degli alberi a camme, molle pneumatiche per la distribuzione e un'iniezione diretta a 270 bar.

Il turbocompressore, invece, lavora a una pressione massima di 3,5 bar, che permette al solo V6 1.6 di raggiungere i 574 cavalli di potenza (con un valore di potenza specifica record pari a 359 cv/litro). Oltre al 6 cilindri a benzina e ai 3 motori elettrici tradizionali, che si ricaricano con frenate e decelerazioni, la One è infine dotata di un'ulteriore unità elettrica, anch'essa sviluppata secondo lo stesso principio dell'MGU-H utilizzato in Formula 1. In questo caso il propulsore, dalla potenza di 90 kWh, si ricarica sfruttando la pressione dei gas di scarico. Per quanto riguarda il capitolo cambio, invece, la scelta di Mercedes è ricaduta su una trasmissione a 7 rapporti manuale automatizzata, sviluppata appositamente per questo modello.

Mercedes-AMG GT 63 S, F1 Edition per la super ibrida

Prestazioni da F1

E sul fronte delle prestazioni? Mercedes AMG ha comunicato che la One è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, mentre per lo 0-200 impiega appena 7 secondi netti e per lo 0-300 ne servono 15,6. Numeri non troppo distanti da quelli delle monoposto di F1 .La velocità massima è invece limitata a 352 km/h. Per ottenere le massime prestazioni, è necessario fare ricorso alle impostazioni elettroniche più estreme di cui dispone la One, vale a dire la Race (in cui il motore endotermico è sempre attivo, e ricarica costantemente le unità elettriche in modo da avere sempre a disposizione la massima potenza di sistema), la Race Plus e la Strat 2, queste ultime raccomandate solo per l'utilizzo in pista. In queste configurazioni, l'assetto si abbassa ulteriormente, l'aerodinamica attiva contribuisce a garantire la massima performance, e tutti i motori erogano il massimo della potenza, come nella fase di qualifica di un gran premio.

Oltre alle modalità più sportive ed estreme, è comunque possibile sfruttare la AMG One in maniera più tranquilla ed economa. La modalità d'uso più indicata per tutti i giorni è infatti la Race Safe, in cui l'auto si può utilizzare come un'ibrida tradizionale, che parte da ferma in modalità elettrica e aggiunge il motore endotermico solo quando è necessaria maggiore potenza. Ma si può anche impostare la modalità EV per viaggiare solo in elettrico, senza fare ricorso al V6 e viaggiare nel silenzio più assoluto. Grazie anche al peso relativamente contenuto in 1.695 kg, la One è omologata con consumi di appena 8,7 litri per 100 km, con emissioni di 198 g/km di CO2. Secondo la Casa, l'auto può percorrere fino a 18 km in modalità full electric.

Volante F1 e aerodinamica attiva

Nell'abitacolo, Mercedes ha deciso di coniugare l'indole corsaiola della AMG One con doti di comfort e raffinatezza, seppur senza troppi compromessi. Sull'auto sono infatti presenti sia l'aria condizionata che un moderno infotainment, oltre che sedili super avvolgenti. Mentre il volante rettangolare multifunzione ribadisce ancora una volta la stretta parentela della One con le vetture da corsa della Casa di Stoccarda. A completare il quadro di questa hypercar c'è un raffinato sistema di aerodinamica attiva, con tre modalità d'uso (Highway, Race e Race DRS, quest'ultimo volto a ridurre la resistenza all'avanzamento in favore della velocità di punta), pneumatici Michelin Pilot Sport 285/35 ZR 19 all'anteriore e 335/30 ZR 20 al posteriore, e infine freni carboceramici con dischi 398x38 mm davanti e 380x34 mm dietro.

La Mercedes AMG One verrà realizzata in un'edizione limitata di appena 275 esemplari, già tutti venduti. La prima uscita pubblica della nuova hypercar sarà a Goodwood, in occasione del Festival of Speed in programma dal 23 al 26 giugno.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi