Cosa si può fare in auto?

A livello nazionale sono state date indicazioni precise sui contesti nei quali è possibile utilizzare i mezzi privati. Oltre che per recarsi al lavoro, si può usare l’auto per raggiungere i luoghi in cui fare passeggiate, escursioni e attività sportiva (purché si abbia una destinazione precisa) e per raggiungere le attività commerciali aperte. Tra le destinazioni in cui è possibile recarsi rientrano anche i luoghi deputati alla cura dell’auto, come officine e autolavaggi. È possibile quindi effettuare il cambio delle gomme da invernali a estive nel pieno rispetto delle regole.

A bordo si può viaggiare in più persone senza protezioni, ma solo se tutti i passeggeri sono conviventi. In caso contrario, bisogna rispettare la distanza di sicurezza di un metro tra il guidatore e ciascun passeggero. Il decreto suggerisce, nel caso in cui ci si sieda in due su una sola fila, di lasciare libero il posto centrale. Se si è da soli nella stessa fila è invece consentito occupare il sedile al centro, purché si rispetti la distanza minima. In ogni caso se c’è la possibilità è opportuno sedersi su file diverse di sedili. Se i passeggeri non sono conviventi è necessario indossare la mascherina, a prescindere dalla distanza che intercorre tra gli occupanti.

Fase 2, via libera dal 4 maggio per i clienti nei concessionari auto aperti