Lancia celebra i suoi 115 anni (e i 60 della Flaminia presidenziale) al Quirinale

Lancia celebra i suoi 115 anni (e i 60 della Flaminia presidenziale) al Quirinale

Lancia ha scelto il Palazzo del Quirinale come scenario per le celebrazioni dei propri 115 anni. Che coincidono con un altro anniversario, i 60 anni della Flaminia presidenziale

di Redazione

26 novembre

Oltre un secolo di storia, tra successi commerciali, vittorie sportive e sogni di rilancio. Lancia celebrerà domani i suoi 115 anni, che coincidono con un altro anniversario assai importante, i 60 anni della Flaminia presidenziale. Automobile divenuta ambasciatrice dell'Italia, protagonista di incontri ed eventi che fanno parte della storia repubblicana, e tuttora sfoggiata in occasioni speciali come la parata del 2 giugno. Non stupisce, quindi, la location scelta da Lancia per celebrare i due anniversari: il Palazzo del Quirinale a Roma, residenza del Presidente della Repubblica e sede delle celebri Scuderie.

Domani sarà un giorno speciale per il nostro Marchio e per il nostro Paese e questa doppia celebrazione ci riempie di orgoglio – ha spiegato Luca Napolitano, CEO di Lancia -. La presidenza della Repubblica ci ha concesso di combinare i 115 anni del marchio con i 60 anni della Flaminia Presidenziale, offrendoci lo sfondo del Palazzo del Quirinale. Due festeggiamenti così significativi per Lancia che ha prodotto auto bellissime, frutto dell’ingegno creativo di tanti ingegneri e progettisti, dallo stile senza tempo e che sono diventate delle vere portabandiera dell’Italia in tutto il mondo” ha concluso il manager.

Lancia, celebrazioni al Quirinale con la Flaminia presidenziale

Lancia, celebrazioni al Quirinale con la Flaminia presidenziale

Lancia ha scelto il Quirinale per celebrare un doppio anniversario: i 115 anni del Marchio e i 60 anni della Flaminia presidenziale

Guarda la gallery

Lancia, tris di novità dai nomi storici per il rilancio

Lancia, una storia di successo

Era il 1906 quando due dipendenti della Fiat, Claudio Fogolin e Vincenzo Lancia (che con le vetture della Casa torinese correva e vinceva) decisero di avviare una nuova avventura, dando vita alla Lancia. Due anni dopo venne prodotto il primo modello in assoluto della neonata impresa, la 12 HP. Leggera e, per gli standard dell'epoca, moderna, fu un successo commerciale con le sue circa 100 unità. Negli anni a seguire, Lancia intraprese un percorso che la portò ad affermarsi come Costruttore di primo piano, lanciando nel primo dopoguerra auto come Lambda, Augusta e Aprilia, a cui sono seguite, dopo il secondo conflitto, Aurelia, Flaminia, Flavia e altre ancora.

Successi commerciali ma anche modelli che hanno portato importanti innovazioni, come il motore V6 (montato per la prima volta al mondo sull'Aurelia) e la trazione anteriore. Oltre che per il lusso e l'eleganza, Lancia divenne poi famosa anche per la sportività e la velocità, grazie all'intensa attività sportiva intrapresa dagli anni '70 nei rally con modelli passati alla storia come Stratos, 037 e Delta. In tempi più recenti, poi, la produzione del Marchio torinese ha abbracciato segmenti più piccoli, dando vita a modelli di grande successo, una su tutte le Ypsilon.

Lancia Delta Integrale elettrica, il restomod scende in pista

Flaminia presidenziale, 60 anni al Quirinale

Più breve ma non meno intensa e simbolica è la storia della Lancia Flaminia presidenziale, che da 60 anni trasporta il Presidente della Repubblica nelle occasioni più importanti. Presentata al Salone di Ginevra del 1957, la Flaminia venne adattata all'uso di vettura presidenziale nel '61 da Pinin Farina, che la trasformò in una cabriolet a passo lungo. La sua sigla era “335”, in riferimento ai centimetri che separano i due assi. In tutto ne sono stati costruiti quattro esemplari, tutti caratterizzati dalla vernice blu notte e dagli interni in pelle Connolly nera, con interfono per comunicare con l'autista e 5 sedute posteriori. Come tradizione, le quattro vetture vennero battezzate con i nomi di altrettanti cavalli facenti parte delle scuderie del Quirinale: Belfiore, Belmonte, Belvedere e Belsito.

La Flaminia presidenziale venne utilizzata per la prima volta dal Presidente Giovanni Gronchi in occasione della visita della regina Elisabetta d'Inghilterra, e nel corso degli anni le Lancia presidenziali hanno partecipato a incontri con personaggi del calibro di John Fitzgerald Kennedy e Charles De Gaulle, oltre che alle celebraazioni per il Centenario dell'Unità d'Italia. Oggi, due esemplari dell'auto (Belfiore e Belvedere) sono a disposizione del capo dello Stato, e utilizzate per le grandi occasioni. Belsito e Belmonte sono invece esposte in due musei, rispettivamente quello della Motorizzazione Militare di Roma e quello dell'Automobile di Torino.

Lancia, un viaggio in 115 anni di storia tra loghi e nomi dei modelli

In attesa del rilancio

E ora? A 115 anni dalla sua fondazione, Lancia si prepara a ripartire all'interno della galassia Stellantis. Ad assicurarlo è lo stesso Luca Napolitano, che ha parlato non solo un omaggio al passato, ma anche dello sguardo proiettato verso il futuro di questo Marchio: “Facendo leva su questa storia gloriosa siamo pronti per affrontare il nostro piano a 10 anni verso una mobilità sempre più sostenibile ha detto il manager. Nei prossimi anni, sono tre i nuovi modelli lancia attesi.

Lancia, 115 anni tra rally e VIP

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi