Porsche, all'asta la Carrera GT comprata (di nascosto) da Schumacher

Porsche, all'asta la Carrera GT comprata (di nascosto) da Schumacher

L'auto sarebbe stata acquistata dal 7 volte Campione del Mondo nel 2004 mentre era pilota della Ferrari

di Redazione

2 giorni fa

La Carrera GT rappresenta, ad oggi, uno dei modelli più veloci, costosi e ricercati mai realizzati da Porsche. Prodotta nei primi anni 2000 in appena 1.270 esemplari, la supersportiva di Zuffenhausen vanta, tra i suoi estimatori, anche un nome inaspettato: Michael Schumacher. Il pilota tedesco avrebbe acquistato una Carrera GT nel 2004, quando era pilota della Scuderia Ferrari e dominava in lungo e in largo sui circuiti di tutto il mondo al volante della Rossa. Operazione eseguita in totale segretezza, per evitare di far sapere che il 7 volte iridato tedesco aveva comprato una supercar che non fosse tra quelle realizzate a Maranello. A svelare questo retroscena la casa d'aste Elferspot, che ha messo in vendita la vettura in questione.

Porsche Carrera GT di Michael Schumacher

Porsche Carrera GT di Michael Schumacher

La casa d'aste Elferspot ha messo in vendita un esemplare della supersportiva tedesca che sarebbe stato acquistato in gran segreto da Schumacher nel 2004, mentre era pilota della Ferrari

Guarda la gallery

Schumacher e Carrera GT, storia svelata

Dal Cavallino Rampante della Ferrari alla Cavallina di Stoccarda simbolo di Porsche. La passione per le auto a elevatissime prestazioni spesso brucia in maniera incontrollabile, al punto di far dimenticare obblighi contrattuali e questioni d'immagine. Siamo nel 2004, nell'epoca di massimo splendore dell'accoppiata Ferrari-Schumacher: al volante della monoposto di quell'anno, la F2004 condivisa con Rubens Barrichello, il pilota tedesco avrebbe vinto 13 gran premi, lasciando agli avversari solo le briciole e laureandosi Campione del Mondo per la 7° volta con mesi di anticipo.

Era l'epoca in cui Schumacher significava Ferrari, e viceversa. Tuttavia, anche nei rapporti più solidi può capitare di restare incantati da qualcosa di esterno. Che, nel caso del tedesco, fu la Porsche Carrera GT. Stando a quanto riportato dalla casa d'aste Elferspot, il Kaiser avrebbe deciso di comprare un esemplare della supercar di Zuffenhausen, ma senza poterlo fare direttamente, in quanto il legame con Ferrari gli consentiva di guidare solo sportive del Cavallino Rampante. Così, Schumacher avrebbe chiesto aiuto al suo storico manager, Willi Weber, che avrebbe concluso l'acquisto al posto suo. Da allora, Michael sarebbe stato attentissimo a non farsi mai vedere in giro sulla Carrera GT (rimasta nelle sue mani fino al 2008), tanto che questa vicenda era rimasta ignota fino a oggi.

L'opinione di Guido Meda: Io e la mia Porsche Carrera ci ameremo ancora

All'asta la Porsche del Kaiser

Elferspot, che ha messo in vendita la vettura, assicura di essere in grado di dimostrare che la vettura sia effettivamente appartenuta al 7 volte iridato, e che tutti i documenti sono a disposizione dei clienti interessati. La Carrera GT ex Schumacher è un esemplare di colore nero, con cerchi anch'essi neri e dettagli rossi. Gli interni sono invece neri con inserti grigi, con porzioni di fibra di carbonio a vista. Sul cruscotto, così come pure sulla parte posteriore della vettura, è presente il logo “MS” utilizzato da Schumacher nel corso della sua carriera. Attualmente, l'auto ha percorso poco più di 14mila km.

Dotata di un motore V10 da 5,7 litri montato in posizione centrale, la Carrera GT erogava 612 cavalli di potenza massima e 590 Nm di coppia. Da 0 a 100 km/h accelerava in 3,9 secondi, ed era in grado di raggiungere i 330 all'ora. La casa d'aste Elferspot non ha reso noto il prezzo di partenza richiesto per la Porsche di Michael Schumacher, ma esemplari in condizioni pari al nuovo hanno superato, negli ultimi anni, quotazioni superiori ai 2 milioni di euro. Cifre probabilmente alla portata anche di questo esemplare, vista la fama del suo ex proprietario.

Porsche, scopri i modelli sul mercato dell'usato

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi