Porsche a caccia di record alla Pikes Peak con la 911 Turbo S

Porsche a caccia di record alla Pikes Peak con la 911 Turbo S

Il pilota veterano David Donenr prenderà parte alla 100° edizione della corsa del Colorado al volante di una 911 Turbo S stradale per battere il record della Bentley Continental GT

di Redazione

17 giugno

Ci sarà anche una Porsche 911 Turbo S ai blocchi di partenza della Pikes Peak 2022. A portarla sul percorso della storica corsa del Colorado sarà David Donner, veterano della “corsa degli angeli” e vincitore di 3 edizioni. Il bolide di Zuffenhausen, forte dei suoi 650 cavalli di potenza, tenterà di battere il record delle vetture stradali di serie attualmente detenuto da Bentley con la Continental GT. L'appuntamento sulle curve della Pikes Peak è fissato per il 26 giugno.

Porsche 911 Turbo S "Print isn't dead" per la Pikes Peak 2022

Porsche 911 Turbo S "Print isn't dead" per la Pikes Peak 2022

Il pilota veterano della Pikes Peak David Donner cercherà di battere il record per vetture stradali con una Porsche 911 Turbo S in quella che sarà la 100° edizione della corsa in salita più celebre

Guarda la gallery

Pikes Peak, obiettivo record

È una delle gare più affascinanti ma anche più pericolose al mondo, e ogni anno attira centinaia di competitor da tutto il globo, che cercano di conquistare un nuovo record di categoria con i loro bolidi a due o quattro ruote. Stiamo parlando della Pikes Peak, gara in salita organizzata per la prima volta nel 1916 e oggi giunta alla sua 100° edizione. La competizione si svolge in Colorado, su un percorso di 20 km che si snoda attraverso 156 curve e su un dislivello di 1.400 metri, fino al traguardo situato a 4.301 metri sul livello del mare.

Per quanto riguarda le vetture stradali di serie, il record attuale è stato fatto segnare da Rhys Millen su una Bentley Continental GT nel 2019, con un crono di 10'18”488. Un primato che David Donner e il suo team tenteranno di battere restituendo a Porsche la vetta (in tutti i sensi) della Pikes Peak. A promuovere quest'impresa, oltre allo stesso Donner, ci sono altre due persone: Jim Edwards, collezionista di vetture Porsche, e Pete Stout, editore di 000 Magazine, rivista trimestrale per appassionati del brand di Zuffenhausen.

Porsche 911 GT3, come farla "volare" con il pack Manthey

Porsche, 650 cavalli all'assalto del Colorado

La vettura che prenderà parte alla competizione è una 911 Turbo S stradale della serie 992, equipaggiata con il Lightweight Package, appena acquistata da Edwards. Equipaggiata con un motore 6 cilindri boxer da 3,8 litri, eroga 650 cavalli e 570 Nm, che vengono scaricati sulle quattro ruote motrici garantendo prestazioni da brivido, con una top speed di 330 km/h e un'accelerazione zerocento bruciata in 2”7. Numeri che, insieme all'esperienza di Donner (3 volte vincitore alla Pikes Peak), fanno ben sperare per il buon esito nella 100° edizione della salita del Colorado. Per l'occasione, la Porsche 911 Turbo S è stata decorata con una livrea speciale, denominata “Print isn't dead” (letteralmente “la stampa non è morta”). Sui pannelli della carrozzeria, infatti, è stato riprodotto un articolo di 000 Magazine dedicato proprio alla nascita della 911 Turbo.

"Sono sempre andato alla Pikes Peak per vincere o stabilire un record – ha spiegato David Donner - La storia della mia famiglia con Porsche alla Pikes Peak deriva da mio padre, Bob Donner, che ha vinto 3 volte in Porsche Spyders. Le mie ultime 3 vittorie qui sono state con una Porsche, quindi sarebbe significativo ottenere la quarta. Abbiamo ancora molto da fare nei test, ma non vediamo l'ora di entrare a far parte di un'enorme griglia di auto da corsa tecnologicamente avanzate e piloti di livello mondiale” ha concluso il pilota.

Oltre alla 911 Turbo S di Donner, alla 100° Pikes Peak ci sarà anche un'altra Porsche davvero speciale: la 911 SVRSR Hoonipigasus da 1.400 cavalli, che punterà al record assoluto con Ken Block al volante. La sfida è lanciata.

Ken Block sfida la Pikes Peak con una Porsche da 1.400 cv

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi