Le auto elettriche, grazie ai loro elevatissimi valori di coppia e le brucianti accelerazioni, hanno dimostrato di poter tenere testa a molte sportive tradizionali. Il tuner americano Unplugged ha deciso di mettere nero su bianco la velocità di una vettura a batterie sfidando il tempo di una supercar a benzina. Il risultato è stato raggiunto, battendo con una Tesla Model Y elaborata il tempo di una Porsche 911 Turbo su pista.

Tesla cerca casa anche in Texas

A caccia di Porsche

Teatro della sfida è stato il Buttonwillow Raceway Park, nel sud della California. Il tuner Unplugged ha messo in pista un esemplare della Tesla Model Y rivisto dal punto di vista dell’assetto. Sul circuito americano la Model Y ha segnato un tempo di 2:01.92, inferiore al crono di 2:02.1 fatto segnare dalla Porsche 911 Turbo della generazione 997.

Un tempo record, quello della Tesla, considerando la mole dell’auto. Concepita per ospitare fino a 7 persone, la Model Y arriva a pesare due tonnellate nella versione con doppio motore. Ciononostante, nell’allestimento Performance sfoggia prestazioni di altissimo livello, a partire dall’accelerazione da 0 a 100 in appena 3,7 secondi, raggiungendo una top speed di 241 km/h.

La Unplugged intanto afferma che la Model Y non ha ancora girato nella modalità “pista”, e che grazie ai dati raccolti con i test in circuito sarà possibile migliorare ulteriormente la performance sul giro. Il nuovo obiettivo è quello di battere il prima possibile il tempo della 911 GT3 997 (che finora ha resistito alla Tesla) e creare un nuovo concetto di auto da track day. Vetture con le quali sia possibile scendere in pista e segnare tempi velocissimi, e poi ripartire verso casa nel massimo comfort.

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto