Un po’ auto e un po’ e-bike, per coniugare i vantaggi della bicicletta a pedalata assistita alla comodità e alla stabilità di un veicolo a quattro ruote. È questa la scommessa azzardata da Canyon, azienda tedesca impegnata nella produzione di biciclette da strada e da trekking, oltre che di e-bike. Il nuovo veicolo, denominato Future Mobility Concept, è al momento solo un prototipo, ma l’obiettivo è quello di realizzare questo mezzo innovativo in serie.

Il boom delle biciclette tra incentivi Covid e sostenibilità…ma la sicurezza?

Comfort per due

La Canyon ha sviluppato questo veicolo in modo da renderlo il più possibile confortevole e versatile pur non rinunciando alle caratteristiche che rendono insostituibile la bici. A partire dalla maneggevolezza e dalle piccole dimensioni. La Future Mobility Concept infatti pesa soli 95 kg nonostante la carrozzeria e le quattro ruote, e anche gli ingombri sono ridotti al minimo (230 cm di lunghezza, 101 di altezza e 83 di larghezza). Oltre al ciclista/guidatore sarà inoltre possibile caricare un passeggero, oppure sfruttare lo spazio posteriore per bagagli o borse.

Rispetto a una tradizionale bicicletta il vantaggio maggiore è la copertura offerta dalla carrozzeria, che consentirà di pedalare anche in caso di pioggia e freddo. Sulla Concept è infatti presente anche un piccolo impianto di climatizzazione. Se invece farà caldo e ci sarà bel tempo, il tettuccio removibile darà la possibilità di sposarsi all’aria aperta come sulle normali bici. Le quattro ruote, inoltre, garantiscono una stabilità migliore.

Alfa Romeo diventa e-bike con Compagnia Ducale

Anche sulle piste ciclabili

Il Future Mobility Concept è dotato di un motore elettrico del tutto simile a quello delle bici a pedalata assistita adattato alle diverse dimensioni ed esigenze del mezzo, che visto il suo comfort potrebbe essere adottato anche per coprire lunghe distanze. La Canyon al momento ha un powertrain che la rende adatta a percorrere fino a 150 km con una carica, insieme alla possibilità di raggiungere una velocità di punta di 60 km/h. Oltre alla possibilità, ovviamente, di proseguire a pedali.

La Concept di Canyon si guida come una bici reclinata, con volante vicino al guidatore. L’azionamento del motore invece funziona come sulle e-bike, con la spinta della power unit elettrica che viene data pedalando. L’obbiettivo dell’azienda è quello di omologare il suo innovativo veicolo per poter circolare anche sulle piste ciclabili.

La difficile interazione tra diversi mezzi in città