Elettrico in auto, ma non solo. L'inquinamento e il cambiamento climatico rappresentano problemi sempre più rilevanti a livello globale, e sostituire i tradizionali motori a scoppio con nuovi powertrain a batteria sembra uno dei modi più efficaci per salvare il pianeta. Una tecnologia, quella elettrica, che sta prendendo piede rapidamente sulle auto e altri veicoli su gomma, ma che è allo studio anche su mezzi ben più grandi e inquinanti. Come gli aerei, che costituiscono una importante fonte di sostanze dannose per l'ambiente ma che almeno a breve non potranno essere elettrificati. La strada sembra comunque essere segnata e uno dei primi passi lo sta per compiere Rolls Royce plc, che tra pochi mesi tenterà di battere il record di velocità per velivoli elettrici.

Nuova Rolls Royce Ghost, stile minimal ed extra-lusso

Verso quota 500

Conosciuta principalmente per le auto di lusso, Rolls Royce è uno dei più importanti produttori di motori per aerei al mondo, secondo solo alla General Electric. Al momento la divisione aeronautica e quella automobilistica di Rolls Royce non hanno collegamento diretto (nel 1973 la società venne divisa in due aziende indipendenti che presero strade diverse) ma i natali, quelli dati da Charles Rolls e Henry Royce, sono gli stessi. E sia che produca motori aeronautici che automobili di lusso, Rolls Royce rappresenta un orgoglio unico per la Gran Bretagna.

Ora per la Rolls dei cieli è arrivato il momento di guardare in maniera decisa al futuro. Un passo in avanti verso l'elettrificazione dei cieli, che al momento appare ancora lontana ma non irraggiungibile. Il Marchio inglese ha infatti approntato un innovativo velivolo dotato di motore elettrico e batterie che punterà a battere il record di velocità per un aereo a zero emissioni. Un primato che attualmente appartiene all'Extra 330LE che nel 2017 in Germania raggiunse i 342,86 km/h. Per l'aereo Rolls Royce l'obiettivo è invece quello di raggiungere le 300 miglia orario, vale a dire quasi 500 km/h.

Per farlo la casa britannica ha messo in campo le sue migliori tecnologie. A partire da un motore elettrico in grado di sviluppare 500 cavalli, la cui energia di funzionamento verrà garantita da un pacco batterie con 6.000 celle. Minuziosa e lunga la preparazione dell'impresa, basti dire che il motore ha girato al banco per 9 mesi, e altri miglioramenti e controlli verranno affettuati nei mesi che ci separano dal decollo del prototipo.

Rolls Royce Ghost, dopo il cielo stellato ecco l'Illuminated Fascia

Verso l'elettrificazione dei cieli

“L’elettrificazione è una parte importante della nostra strategia di sostenibilità che porterà all’azzeramento delle emissioni dopo il 2050, ha spiegato il direttore di Rolls-Royce Electrical Rob Watson. Grande l'entusiasmo per l'impresa, vista l'entità dei soggetti coinvolti. Il progetto infatti è stato per metà finanziato dal governo inglese attraverso Aerospace Technology Institute. L’importanza di aver raggiunto questo traguardo non deve essere sottovalutata. il team Accel sta sperimentando l’integrazione di batterie, motori e meccanismi ad alte prestazioni per fornire un sistema di propulsione elettrica in un ambizioso programma di test di volo” ha aggiunto Mark Scully, responsabile della tecnologia per i sistemi avanzati e la propulsione di ATI.

Quella verso l'elettrificazione completa dei velivoli sarà comunque un processo lento. Il prototipo Rolls Royce sarà infatti un monoposto piccolo e leggero, adatto solo a brevi tragitti, ben lontano dalle necessità di un aereo di linea che deve trasferire una stazza di centinaia di tonnellate per migliaia di chilometri. Ma la storia dell'aeronautica, iniziata nel 1903 con un volo di 36 metri grazie ai fratelli Wright, insegna che i progressi avvengono rapidi e inesorabili. In cui le imprese simboliche, come quella che si prepara a tentare Rolls Royce, costituiscono tappe fondamentali.

Rolls-Royce, una bambina di 8 anni ha disegnato la nuova cabriolet