Tesla continua a mettere bandierine in giro per l’Europa: i Supercharger di Elon Musk sono presenti oggi in ben 601 località di 27 diversi paesi del Vecchio Continente, in appena otto anni dall’arrivo del primo in Norvegia, nel 2013.

DIFFUSI ANCHE IN ITALIA

Proprio la Norvegia è lo stato più coperto, con 44 località ospitanti stazioni di ricarica. La crescita e la diffusione delle stazioni di ricarica Tesla è stata esponenziale anche grazie alle progressive spinte dei vari governi sull’elettrificazione della mobilità. Tramite bonus e provvedimenti, ogni nazione ha incentivato l’utilizzo dei veicoli ecosostenibili, di cui Tesla è uno dei massimi esponenti. Così, dalle 1.267 del 2016, si è passati alle 3.711 del 2019 alle 6.039 infrastrutture di oggi. In Italia, a febbraio è stato inaugurato il primo Supercharger di Roma, mentre in altre zone del paese stanno per arrivare altre installazioni oltre a quelle già presenti lungo lo Stivale.

I NUOVI V3

In Gran Bretagna, 100 installazioni sono avvenute negli ultimi sei mesi, per un totale di 624 Supercharger. Di recente, Atene ha avuto il suo sito di ricarica: Tesla continua la sua colonizzazione elettrica dell’Europa, implementando i nuovi dispositivi di ricarica V3 a fianco ai normali V2: sono più prestanti, con capacità di ricarica di 250 kWh.

Auto elettriche, le 10 più vendute al Mondo nel 2020