I veicoli elettrici stanno ormai da tempo arricchendo le nostre strade. Tante sono le auto, infatti, che ormai circolano sulle strade di tutto il mondo solo ed esclusivamente grazie ai loro motori totalmente elettrici. Eppure, se da una parte c’è qualcuno che rimpiange il passaggio, c’è anche chi di chilometri a bordo delle EV ne fa davvero tanti.

Infatti, secondo una ricerca sviluppata da Nissan, in Europa chi guida veicoli elettrici percorre più chilometri di chi guida veicoli a benzina e diesel. Ma andiamo a capire meglio nel dettaglio.

Auto elettriche: quanto costano agli automobilisti i dispositivi di ricarica?

600 km in più

Secondo Nissan, i proprietari europei di veicoli elettrici ogni anno percorrono oltre 600 km in più rispetto a quelli percorsi da chi guida auto a benzina/diesel. Ma non solo, il 70% di loro ne riconosce anche una autonomia migliore del previsto rispetto a quanto avevano precedentemente pensato.

In media, infatti, ogni anno un automobilista europeo con auto elettrica percorre circa 14.200 km, ovvero 630 chilometri in più rispetto ai 13.600 km percorsi dai proprietari di veicoli benzina e diesel.

Questa ricerca ribadisce che la guida elettrica non è solo una soluzione intelligente e che aiuta l’ambiente […]. Non è una sorpresa che i clienti EV percorrano più chilometri dei clienti ICE. Crediamo che la diffusione della mobilità elettrica aiuti anche a sfatare falsi miti sull’autonomia di queste vetture", ha detto Arnaud Charpentier, Region Vice President, Product Strategy and Pricing di Nissan.

L’Italia in vetta

In questa speciale ricerca condotta da Nissan emerge poi un dato ancora più significativo per il settore italiano. Tra i proprietari europei di veicoli elettrici intervistati, infatti, gli italiani sono quelli che viaggiano di più, con una media di oltre 15.000 km all'anno. Un buonissimo risultato per il nostro paese, soprattutto se messo in relazione al forte scetticismo che gli automobilisti italiani riservano per la mobilità in elettrico.

Auto elettriche, più convenienti delle endotermiche entro il 2027