Me la compro o non me la compro, un’elettrica o un’ibrida alla spina? Il dilemma avrebbe coinvolto anche Shakespeare, per la sua complessa dicotomia. La risposta immediata, istintiva sarebbe semplice: sì, me la compro. Poi la ragione invita sempre a pensare. Mobilità hi-tech di Repower E guardando al portafoglio, cerchi di capire se gli incentivi attualmente in vigore aiutano a ridurre, contenere il prezzo sempre alto, troppo alto di una macchina elettrica. Per fare un esempio, una proporzione: le macchine elettriche di oggi stanno, a livello di prezzi, come i primi cellulari, poi trasformati in smartphone. Indagine colonnine: come funzionano le private Poi, se si si supera questo ostacolo, ne resta un altro. la ricarica. E noi di Auto proprio per cercare di aiutare i lettori o chi si volesse avvicinare, cioè acquistare una vettura elettrica o elettrificata, abbiamo iniziato ad approfondire il complesso mondo delle colonnine di ricarica. Nel numero del mese scorso, abbiamo “scavato” tra le opportunità delle colonne pubbliche. In quello appena arrivato in edicola, invece, abbiamo fatto una radiografia il più possibile aggiornata delle wallbox, cioè le infrastrutture di ricarica domestiche, cercando di fornire tutte le informazioni relative a costi e installazioni. Indagine colonnine: reti e infrastrutture pubbliche A questo aggiungiamo ora un’indagine, Casa per Casa, delle attuali offerte in materia, nella speranza di esservi di aiuto nella vostra scelta. Perchè l’elettrico, le emissioni zero sono un dovere sociale in funzione di creare un mondo migliore e meno inquinato per noi e i nostri figli, ma bisogna anche sussistano le condizioni concrete, economiche e infrastrutturali, perchè questo dovere si possa esercitare.