A breve andrà in pensione e due Final Edition rappresentano il canto del cigno per il motore BMW 3 litri diesel con quattro turbocompressori. Al di là delle versioni di X5 e X7, riservate a mercati dell’est Europa, conta dire dell’uscita di scena, da settembre – data dello stop alla produzione – di un sei cilindri in linea parte della tecnica motoristica.

Prodotto della famiglia B57, nella sigla D30S0 si è presentato sulla scena nel 2016, dalla porta d’accesso dell’ammiraglia Serie 7, per proseguire con l’applicazione su Serie 5, Serie 6, i grandi suv X5, X6 e X7.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Ancora a listino, sul mercato italiano, restano Serie 5 M550d, Serie 7, X5 e X7, con una sigla, M50d, che riassume la sportività di un’unità da 400 cavalli e 760 Nm.

Le prestazioni del diesel quad-turbo

Le esigenze tecniche e normative portano a razionalizzare l’offerta dei motori diesel, con BMW ad aver sviluppato un sei cilindri 3 litri, Twin Power Turbo, che bilancia elevate prestazioni con un’efficienza superiore: i 340 cavalli e 700 Nm non saranno i valori del quadri-turbo ma restano numeri di assoluto valore, supportati dall’elettrificazione mild-hybrid a 48 volt, con un boost di spinta da 11 cavalli.

Auto Diesel, tutti i modelli che beneficiano degli incentivi 2020

Nel confronto tra Serie 5 540d da 320 cv e M550d da 400 cv, poi, emerge un dato inequivocabile: i 149 g/km di Co2 emessa contro i 166 g/km dichiarati dal quadri-turbo.

Quando venne presentato al Vienna Motor Symposium nel 2016 tirò un colpo di spugna sul precedente tri-turbo diesel della stessa famiglia, motori modulari i B57 con cilindrata unitaria di 499 cc. I due turbocompressori a bassa pressione e i due turbo ad alta pressione chiamati a diversi i compiti, di un’erogazione di coppia esagerata, già a 2.000 giri/min i 760 Nm di valore massimo, con l’espressione di potenza a 4.000 giri/min, per un motore con zona rossa a 6.000 giri/min.

Sfoglia il listino BMW: tutti i modelli sul mercato

Consumi irrisori per prestazioni super

È stato – e resterà – l’unico motore turbodiesel destinato alla produzione in serie con 4 turbocompressori, peculiarità tecnica completata da altre caratteristiche, migliorate dal Twin Power Turbo 3 litri delle BMW “40d”: i 2.500 bar di pressione del common rail con iniettori piezoelettrici, la presenza di una doppia valvola EGR, del catalizzatore del tipo SCR, accorgimenti che ne fecero un diesel pulito e dai bassi consumi (basti pensare al dato dichiarato di 7,6 lt/100 km su Serie 5 M550d), senza dimenticare un'installazione abbassata nel vano motore e ruotata di 30 gradi, punti di forza rispetto alla concorrenza dei diesel V8, più ingombranti e pesanti rispetto al sei in linea. 

Audi RS saranno solo elettrificate, dalla e-tron GT alla RS4