Quando nel 1980 venne lanciata la prima generazione di Fiat Panda, probabilmente nessuno avrebbe immaginato che dopo 40 anni quella vettura sarebbe diventata un’icona. Proseguendo la propria vita con nuove generazione e vendendo, ad oggi, quasi 8 milioni di esemplari. Merito delle soluzioni geniali proposte su questa citycar ma anche del design che ha caratterizzato ogni generazione di Panda, a partire dalla prima pensata da Giorgetto Giugiaro. Per celebrare i 40 anni della sua piccola, Fiat ha lanciato una serie di video a lei dedicati. Dopo aver parlato di motori con Maria Grazia Lisbona, questo episodio parla di design con due voci d’eccezione: Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat, Lancia & Abarth Brands, e Klaus Busse, Head of FCA EMEA Design.

Fiat Panda Easy Hybrid, l'elettrificata parte da 9.900 euro

Stile inconfondibile

Durante la propria vita la Panda ha sempre mantenuto uno stile unico, seppur cambiando anche radicalmente da una generazione all’altra. Partendo dalla minimale e squadrata prima serie degli anni ’80 arrivando al modello attuale caratterizzato da linee più tondeggianti. Ma senza ma rinunciare a un carattere inconfondibile e ben distinto.

“Il successo di un’automobile è il risultato di una scommessa vinta, di un lampo d’intuizione stilistica mediato dagli studi sulle nuove tendenze del gusto e sulle emergenti necessità della clientela – ha spiegato Luca Napolitano, nel video di cui è stato coprotagonista al Centro Stile FCA - Nasce, insomma, da una ricetta che viene messa alla prova dal giudice più severo: il tempo. Come nel caso di Fiat Panda che, quest’anno, taglia il traguardo dei suoi primi 40 anni di vita, condensati in tre generazioni, numerosi primati tecnologici e commerciali oltre a incarnare in modo inconfondibile il quotidiano rapporto con l'automobile: più immediato, più disinvolto”

Un modello di successo, la Panda, attraverso tutte le sue generazioni: “Basti pensare – ha proseguito Napolitano - agli oltre 7,8 milioni di esemplari prodotti sino a oggi, mentre nel primo semestre dell'anno la Panda si conferma, insieme alla 500, leader indiscussa nel segmento A in Europa. La Panda, infatti, grazie al lancio della motorizzazione ibrida, immatricola quasi 59.900 vetture e raggiunge una quota del 17,1%, con una crescita di +2,3 punti percentuali rispetto a un anno fa”.

Fiat 500 e Panda Hybrid, il D-Fence pack sanifica l'abitacolo

La scatola magica

Ad affiancare Napolitano nel video è Klaus Busse, tedesco ma ormai italiano d’adozione, designer dalla grande esperienza nonché uno dei padri della Fiat 500 del 2007. “Al suo debutto, nel 1980 – ha spiegato Busse - Fiat Panda fu definita come la scatola magica piena di idee originali, ingegnose e sorprendenti. Se ci oensiamo, cosa c’è di più funzionale di una scatola? Panda è stata progettata per essere usata e ‘vissuta’, non per essere soltanto ammirata. ? il tipico oggetto di design, apprezzato per la sua funzionalità, oltre che per il suo stile. Ed è per questa ragione che ha conquistato il cuore di tutti”.

La Panda è stata rivoluzionari sotto molti punti di vista, hanno continuato i due designer, diventando un apprezzato Suv ancora prima che ci si rendesse conto cosa fosse un Suv. Naturalmente il percorso della piccola citycar italiana non si è ancora esaurito, e sono tante le idee per il futuro. “Siamo costantemente impegnati con tutto il team a pensare all’aspetto che avrà la prossima generazione – ha chiarito Busse – e il risultato di questo lavoro è stato la Fiat Centoventi. Si tratta di una concept car in cui si percepisce lo spirito e l’anima della Panda, non copiandola ma traendo ispirazione da essa”.

Il prossimo video della serie dedicata ai 40 anni della Fiat Panda sarà dedicato alle smart solutions.