Dopo aver annunciato il raddoppio degli investimenti sull’elettrificazione, da 11 a 22 miliardi di dollari entro il 2025, Ford introduce due ulteriori tasselli nella strategia full hybrid. Ford S-Max Hybrid e Ford Galaxy Hybrid arrivano puntuali sulle prospettive rappresentate nel 2020, quando l’ibrido – full e plug-in – è salito a bordo di nuova Kuga.

La filosofia resta invariata, un sistema full hybrid composto dal motore benzina aspirato da 2.5 litri, abbinato a un motogeneratore elettrico e con il dispositivo epicicloidale Powersplit - di distribuzione della coppia alle ruote tra l'apporto del motore benzina ed elettrico - a realizzare l’integrazione ibrida.

Un ibrido in serie, da 190 cavalli e 200 Nm, su nuova Ford S-Max Hybrid come sul Galaxy, modelli declinati nelle varianti 5 e 7 posti, entrambi prodotti nello stabilimento Ford di Valencia.

Consumi di Ford S-Max Hybrid 2021

I benefici dell’ibrido sono anzitutto nella riduzione dei consumi ed emissioni di Co2 se paragonati al motore turbodiesel di pari potenza, rispetto al quale si registra un -10% delle emissioni di Co2, per un valore da 146 g/km nel ciclo WLTP, rilevato sul sistema installato su Ford S-Max. Le richieste di carburante sono di 6,4 lt/100 km nel ciclo combinato.

Batteria raffreddata a liquido

L’interazione tra motore termico ed elettrico è continua, il secondo è alimentato da una batteria agli ioni di litio, da 1,1 kWh, che beneficia del raffreddamento a liquido delle celle per ottenere un’installazione dei moduli più compatta. L’intero “pacchetto”, con l’inclusione della progettazione della linea di scarico, è oggetto di un’installazione nel sottoscocca ottimizzata, in modo da non impattare su un aspetto cruciale per un grande monovolume, qual è S-Max e il gemello Ford Galaxy: la capacità di carico.

Si spazia tra i 285 litri in configurazione 7 posti a un massimo di 2.200 litri con seconda e terza fila di sedili abbattuti, in aggiunta a una soglia di carico molto regolare, quasi perfettamente 1 metro per 1 metro, in altezza e larghezza, tra gli archi passaruota all’interno del bagagliaio.

Valori ai quali sommare la capacità di rimorchio di 1.750 kg delle versioni 5 posti, 1.560 kg per le 7 posti.

Prestazioni e cambi marcia virtuali

Detto di una dotazione adeguata sul fronte dell’infotainment (SYNC 3 da 8 pollici) della strumentazione digitale, nonché degli Adas e degli accessori utili al comfort di marcia, la personalizzazione dello schema ibrido ha portato i tecnici a prevedere il cambio marcia simulato, per offrire una sensazione di guida più naturale, tra incremento della velocità del motore e variazione del regime motore. Così, si supera l’effetto “scooter” degli ibridi in serie.

Al capitolo prestazioni, secondarie quelle velocistiche vista la vocazione dei Ford S-Max Hybrid e di Ford Galaxy ibrida, si rileva uno zero-cento sufficientemente pronto, in 9”8, per 185 km/h di velocità massima.

Frenata rigenerativa e Brake Coach

Conta maggiormente, però, dire dell’efficienza del sistema ibrido, del recupero energetico mediante frenata rigenerativa, che arriva a recuperare il 90% dell’energia altrimenti dispersa attraverso l’impianto frenante.

È possibile variare la soglia di intensità del recupero, sia in fase di coasting – il veleggiamento in rilascio dell’acceleratore – che di frenata, così come si ha l’assistenza del Brake Coach a suggerire rallentamenti che siano progressivi e “lunghi” in modo tale da massimizzare l’effetto della rigenerazione in frenata. L’EV Coach, invece, sempre dalla strumentazione digitale da 10 pollici, rappresenta le fasi di utilizzo dell’auto con la trazione esclusivamente elettrica.

Sfoglia il listino Ford: tutti i modelli sul mercato

Le due proposte full hybrid Ford si inseriscono in un’offerta di prodotto europea del marchio che a fine 2021 conterà 17 modelli, dalle soluzioni mild-hybrid all’elettrico di Mustang Mach-E.