Fiat 131 Abarth Rally, all'asta una mitica Stradale

Fiat 131 Abarth Rally, all'asta una mitica Stradale

Quotazioni elevatissime per un modello del 1976 con soli 50.000 km percorsi e completamente restaurato nel 2019

di Redazione

18 giugno

Prima della Lancia Delta, c'era lei. Assieme ad altre Lancia, sia chiaro, la Fulvia e la Stratos. Ma alla fine degli anni '70 e primissimi '80, la regina dei rally era Fiat 131 Abarth Rally. Tre campionati del mondo costruttori (1978,'79 e 1980) e due titoli piloti, con Markku Alén nel 1978 e Walter Röhrl nel 1980, 75 corse e 18 vittorie. Una Gruppo 4 che, per la sua natura e secondo le regole internazionali, doveva nascere da un modello stradale di base da almeno 400 unità prodotte. Una di queste Fiat 131 Abarth è all'asta grazie a RM Sotheby's.

Fiat 131 Abarth Rally all'asta

Fiat 131 Abarth Rally all'asta

Un modello Stradale del 1976, con soli 50.000 km percorsi, e completamente restaurato nella meccanica, è in vendita con RM Sotheby's a un prezzo da capogiro, che va dagli 87.000 ai 137.000 euro

Guarda la gallery

LA MACCHINA CHE NON FACEVA PRIGIONIERI

La casa d'aste britannica la proporrà al pubblico dal 23 al 30 giugno in occasione dell'evento Open Roads, che si terrà in Svizzera. La vettura a marchio Abarth nacque dalla celebre berlina Fiat 131, commercializzata a partire dal 1974. Rispetto alla 131, la controparte Abarth pesava 50 kg in meno, con bilancia ferma a quota 930 kg grazie alll'utilizzo di componenti in alluminio e vetroresina. I passaruota maggiorati, spoiler e prese d'aria completarono il quadro di una macchina che sotto al cofano montava un 4 cilindri 2 litri da 215 cv, che con l'iniezione Kugelfisher arrivavano a 230. Numeri che, uniti al peso irrisorio, facevano volare la "piccola peste" fino a oltre 190 km/h.

Fiat 131 Abarth Rally: la sua storia

MODELLO RESTAURATO

Il modello proposto all'asta è in ottime condizioni. Premesso che dal 1976 a oggi ha percorso solamente 50.000 km, nel 2019 è stato oggetto di un "restauro", avendo aggiornato motore, impianto frenante, sospensioni e sterzo, senza dimenticare il ripristino del sistema d'iniezione e del carburatore. La macchina è stata inoltre completamente riverniciata, e il rosso acceso che vedete nelle foto dimostra la qualità del lavoro.

Una vettura storica, da competizione e in quelle condizioni ottime non può che avere una quotazione altissima. RM Sotheby's stima infatti che per aggiudicarsela serviranno tra i 95.000 e i 150.000 franchi svizzeri, che al cambio corrispondono a circa 87.000 e 137.000 euro.

Lancia Rally 037, asta milionaria a Milano per il prototipo del 1980

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi