Maserati MC20, look estremo in fibra di carbonio con Mansory

Maserati MC20, look estremo in fibra di carbonio con Mansory

Il tuner tedesco ha lanciato il suo kit per la supercar modenese, con numerose componenti in carbonio e un nuovo impianto di scarico

di Redazione

16 novembre

Mansory ha lanciato il suo nuovo kit di elaborazione specifico per la Maserati MC20. Il tuner tedesco ha sviluppato un pacchetto di elementi aerodinamici in carbonio per la supercar modenese, che cambia così volto diventando ancora più estrema e aggressiva. Nuovi anche i cerchi in lega e le prese d'aria, mentre Mansory non ha rilasciato modifiche riguardanti il motore V6, che mantiene così le sue specifiche originali. Nel frattempo, il tuner sta sviluppando un kit analogo anche per la versione scoperta della MC20, la Cielo.

Mansory, tuning al carbonio

Nell'affollato mondo dei tuner, Mansory spicca da sempre grazie a elaborazioni estreme e senza compromessi, capaci di trasformare supercar, berline e Suv in veicoli folli ed estremi, oltre che impossibili da non notare. Aggiungendo spesso anche sostanziali upgrade tecnici per spostare verso l'alto l'asticella delle prestazioni aumentando cavalli e coppia. Si limita solo all'estetica e all'aerodinamica invece il kit sviluppato da Mansory per la MC20. Un pacchetto di elementi in fibra di carbonio che, sebbene sia stato battezzato dal produttore “Soft kit” stravolge il look della sportiva del Tridente donandole un aspetto simile al modello GT2 o alla supercar da pista Project24 (vettura-laboratorio che sarà prodotta in soli 62 esemplari, ndr).

Il pacchetto di Mansory ha sviluppato una serie di componenti in carbonio di carattere principalmente aerodinamico, a partire da una grande ala posteriore. Sono nuove anche le minigonne, il bumper anteriore e l'estrattore posteriore, oltre alle alette supplementari posizionate sul muso e alle calotte degli specchietti. Mansory ha poi introdotto una nuova copertura per il cofano motore in luogo del lunotto in vetro (per recuperare la visibilità viene fornita una retrocamera supplementaere) e prese d'aria specifiche, di cui una sul tetto come quella delle vetture da corsa.

Completano l'opera i nuovi cerchi in lega (da 21” davanti e 22” dietro), le nuove molle delle sospensioni che abbassano la vettura di 25 mm. Ciliegina sulla torta è infine l'impianto di scarico specifico che può essere gestito tramite un telecomando. Mansory sta sviluppando intanto un kit anche per la Maserati MC20 in versione spider Cielo.

Invariato il V6 Maserati

Mansory non ha invece rilasciato alcuna informazione riguardo le specifiche tecniche e le prestazioni della MC20 con iL “soft kit”, quindi almeno per adesso l'auto elaborata dal tuner tedesco dovrebbe aver mantenuto il powertrain originale. I numeri della supercar modenese, del resto, sono da primato: la MC20 è il modello che ha portato al debutto il V6 Nettuno, un 3 litri biturbo sviluppato con tecnologie derivate dalla Formula 1. L'unità eroga 630 cavalli e una coppia massima di 730 Nm, con un'accelerazione zerocento che viene bruciata in 2”9 e una velocità massima di 325 km/h.

Supercar, i 10 tuning più folli che hanno stravolto i modelli originali

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi