Toyota GR elettrica per il ritorno della MR2, prima il suv crossover urbano

Toyota GR elettrica per il ritorno della MR2, prima il suv crossover urbano

Tra le numerose novità elettriche anticipate da Toyota, colpisce la sportività inedita di una roadster con tetto targa, ultracompatta e idealmente riedizione della MR2. Il bZ Small Crossover immagina una Aygo X a batteria

14 dicembre

Tantissime novità, tantissime visioni elettriche da lanciare sul mercato entro il 2030, per Toyota e Lexus. Due in particolare, per ragioni diversissime tra loro, meritano un approfondimento ulteriore.

Quasi defilata, in ultima fila nelle tre che hanno riassunto i 16 modelli elettrici in arrivo, c'era una due posti con carrozzeria targa e un logo a raccontare tutto: GR.

Ecco, quella Toyota GR elettrica, compattissima roadster, prefigura il progetto di nuova Toyota MR2 del quale i rumours si sono interessati alcuni anni fa.

L'idea e le rivali

La riedizione dell'apprezzata sportiva due posti, a trazione e motore termico posteriore, avverrebbe su nuove basi. Quelle di un elettrico che non sarà certo un modello di volume, bensì una nicchia nella quale andrà a trovare la futura nuova Lotus elettrica e la proposta gemella erede della Alpine A110, recentemente ristilizzata. 

Al momento c'è solo l'immagine del concept Toyota GR, nulla che racconti la tecnica, l'installazione del pacco batterie, l'impiego o meno di una soluzione allo stato solido (molto più leggera e ideale per auto sportive, rispetto alla batteria agli ioni di litio).

Si ragiona intorno a un progetto Toyota GR elettrica evidentemente dalle dimensioni ultracompatte, una sportiva probabilmente da meno di 4 metri di lunghezza e dal design avveniristico nella forma concept.

Prossimamente il crossover da città

Altro posizionamento, per mercato, ruolo, volumi e, di conseguenza, rilevanza nella "foto di famiglia" scattata alle elettriche Toyota e Lexus, ha Toyota bZ Small Crossover. 

Volendo ritenere l'ordine scelto da Toyota una sorta di priorità temporale, la piccola proposta elettrica - il cui futuro in Europa è certo, come anticipato da Akio Toyoda - potrebbe essere uno dei modelli più vicini al debutto, entro i prossimi due anni.

Ha alcune linee della nuova Aygo X (leggi il confronto con la Panda) al posteriore, inedito il frontale, per dimensioni nel complesso assimilabili a un modello cittadino, tra segmento A e B. Un importante dettaglio richiamato da Toyoda nell'introdurre la bZ Small Crossover ha interessato l'efficienza energetica, cruciale per far ricorso a batterie più piccole e, di conseguenza, meno costose. 

Altri due modelli, poi, prefigurano l'ampliamento dell'offerta tra segmento B e C: da un lato l'erede elettrico di C-HR, dall'altro, una proposta Crossover EV che possiamo immaginare come un B-suv decisamente più spazioso dispetto alla formula bZ Small Crossover.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi