Lamborghini-Gandini, botta e risposta sulla nuova Countach

Lamborghini-Gandini, botta e risposta sulla nuova Countach

Il designer Marcello Gandini ha criticato il progetto della nuova Countach LPI 800-4: la risposta di Lamborghini

di Redazione

10 novembre

La nuova Lamborghini Countach ha suscitato numerose reazioni, spesso contrastanti, tra gli appassionati di auto. Da una parte chi ha apprezzato l'impegno profuso da Lamborghini nel riproporre in veste moderna un grande classico della propria storia; dall'altro chi, invece, non ha accolto con entusiasmo il nuovo modello. Fa parte di quest'ultima fazione Marcello Gandini, storico designer che diede i natali alla prima Countach, che ha preso le distanze dalla nuova LPI 800-4. Una reazione decisa, quella di Gandini, tanto da spingere la Casa di Sant'Agata Bolognese a rispondere per via ufficiale.

Nuova Lamborghini Countach, il ritorno di una superstar

Nuova Lamborghini Countach, il ritorno di una superstar

Ginevra 1971 - Monterey, California, 2021: 50 anni dopo è di nuovo, strepitosamente, Countach. Lamborghini ci ha messo mezzo secolo per trovare il coraggio e la forza per rispolverare il suo modello più mitico e immaginifico e dare vita ad una di quelle “operazioni nostalgia” che recentemente abbiamo visto spesso nel mondo dell’auto. Eccola con un nuovo sistema ibrido a 48 Volt con tecnologia a supercapacitore, per un totale di 814 furibondi cv (780 motore termico, 34 sistema ibrido) a 8.500 giri al minuto e 720 Nm di coppia a 6.750 giri al minuto, il tutto per una folle velocità massima di 355 km/h

Guarda la gallery

Nuova Countach, le parole di Marcello Gandini

Era il 1971 quando venne presentata per la prima volta la Lamborghini Countach. Futuristica e aerodinamica, il suo design era opera di Marcello Gandini, padre di vetture come l'Alfa Romeo Carabo, la Lancia Stratos e diversi modelli della Casa del Toro, tra cui Diablo, Espada, Urraco, Jalpa e la iconica Miura. La corsa estate, in occasione dei 50 anni della Countach, Lamborghini ha deciso di omaggiare tale modello riproponendone una nuova e moderna interpretazione, contraddistinta dalla sigla LPI 800-4, sulla base tecnica della coupé Aventador.

Un'operazione che non ha entusiasmato tutti gli appassionati delle vetture del Toro e che soprattutto ha suscitato le critiche dello stesso Gandini. "Non ho partecipato né ero a conoscenza in alcun modo del progetto che non ha ottenuto alcun mio placet". Così, in una nota, il designer aveva commentato l'uscita della nuova Countach. Gandini aveva inoltre precisato che, lo scorso giugno, aveva accettato di farsi intervistare con Mitja Borkert, direttore del centro stile Lamborghini, e di avere in quell'occasione ricevuto in regalo il modellino del prototipo della nuova Countach. Aggiungendo che "né in precedenza né nel corso dell'intervista è stato dichiarato che la vettura fosse programmata per una produzione in serie limitata".

Ferrari Testarossa vs Lamborghini Countach, la sfida sul filo degli '80

La risposta di Lamborghini

L'intervista, realizzata per celebrare i 50 anni del modello originale, era poi stata pubblicata sul sito di Lamborghini insieme alla scheda tecnica della LPI 800-4. Spingendo Gandini a prendere le distanze dal progetto e a precisare di non aver avuto alcun ruolo nella progettazione del nuovo modello. "Ho costruito la mia identità di designer per Lamborghini – ha poi concluso Marcello Gandini - su un concetto unico: ogni nuovo modello doveva essere completamente diverso rispetto al precedente. Mercati e marketing sono cambiati molto da allora, ma per quanto mi riguarda, ripetere un modello del passato rappresenta, secondo me, la negazione dei principi fondanti del mio DNA di car designer".

In seguito alle dichiarazioni di Gandini, non si è fatta attendere la risposta ufficiale di Lamborghini, che ha precisato "di non aver mai attribuito a Marcello Gandini alcun ruolo nella realizzazione del modello Countach LPI 800-4". Aggiungendo poi che "Il modello (la LPI 800-4 del 2021, ndr) è frutto del lavoro del team del Centro Stile e del Dipartimento di R&D di Lamborghini, che rappresenta una rivisitazione in chiave moderna di una sua vettura iconica in maniera coerente al design DNA che caratterizza le Lamborghini di ieri e di oggi. L’Azienda tiene a precisare di non aver mai attribuito a Marcello Gandini alcun ruolo nella realizzazione del modello Countach LPI 800-4, avendolo viceversa invitato, con una video-intervista realizzata nel giugno 2021, ad un dialogo con il designer e capo del Centro Stile Lamborghini, per un confronto tra il modello passato ed il nuovo. Come si evince anche dalla video-intervista, l’Azienda ha messo al corrente Marcello Gandini della presentazione della nuova Countach LPI 800-4 a Pebble Beach 2021, di cui veniva mostrato un modello in scala della nuova macchina e le tavole progettuali".

Si conclude così, almeno per il momento, il botta e risposta tra Marcello Gandini e Lamborghini in merito alla contestata nuova Countach. Che, nonostante le polemiche, ha già visto andare esaurita la sua intera produzione di 112 esemplari.

Lamborghini Huracán EVO diventa opera d'arte: ecco "Minotauro"

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi