Nissan Juke Hybrid, full di efficienza

Nissan Juke Hybrid, full di efficienza

Arriva il sistema full hybrid pieno di originalità tecnica sul crossover Nissan. Juke Hybrid abbina al motore termico 1.6 litri due motori elettrici e un vero cambio 4 marce, privo però di frizione

28 febbraio 2022

Avanti con l'ibrido full, in una soluzione che Renault firma E-Tech (qui trovi la prova del Captur) e, su Nissan Juke Hybrid ne segue gli stessi principi progettuali. Innovativi non poco, se guardiamo al panorama ibrido.

C'è un vero cambio a quattro marce ma non c'è alcuna frizione. Ci sono più unità elettriche - di trazione e rigenerazione - e dai compiti di sincronizzazione del regime di rotazione di trasmissione e propulsore, per innesti fluidi. 

I vantaggi dello schema ibrido? Nei consumi dichiarati in 5,2 litri/100 km, emissioni di CO2 da 118 g/km e, soprattutto, la possibilità di guidare in città per l'80% del tempo in modalità elettrica.

Nissan Juke Hybrid

Nissan Juke Hybrid

La gamma Juke si arricchisce della motorizzazione full hybrid, un sistema con la medesima filosofia progettuale dell'ibrido Renault E-Tech: motore termico, cambio meccanico senza frizione e due unità elettriche. Così l'elettronica coordina cambi marcia, guida in elettrico e recupero energetico

Guarda la gallery

Il sistema ibrido

Parte sempre in elettrico, Nissan Juke Hybrid e "in prima" si muove a zero emissioni, con la batteria da 1,2 kWh raffreddata a liquido che dà energia al propulsore.

Cosa "firma" Nissan? Il motore termico aspirato, il motore elettrico di trazione, mentre la collaborazione con l'Alleanza porta inverter, starter-generatore a cinghia (da 20 cavalli) e batteria firmati da Renault.

LEGGI ANCHE - Nuova Nissan Micra, i primi teaser dell'utilitaria elettrica

Il sistema abbina un motore termico 1.6 litri da 94 cavalli e 148 Nm, sul quale l'apporto della parte elettrica è pari a 49 cavalli e 205 Nm. 

Un full hybrid in grado di personalizzare anche il grado di rigenerazione e dare la sensazione di guida con un solo pedale. Al rilascio dell'acceleratore si ha una decelerazione fino a 0,15 g, rallentamento percepibile che si traduce in energia recuperata dal motore elettrico e inviata, attraverso l'inverter, alla batteria.

Bagagliaio, la batteria ruba spazio

Il posizionamento nel bagagliaio ne limita un po' il volume utile, che si ferma a 354 litri, 68 litri meno di una qualsiasi altra Nissan Juke, turbo benzina 1.0. 

Tra le novità del crossover, specifiche della versione Juke Hybrid, spazio ai cerchi da 19 pollici nello stesso design utilizzato su Ariya, misura alternativa ai 17 pollici di serie.

LEGGI ANCHE - Contro il caro benzina, 10 suv che consumano meno

Specifico è anche il selettore delle modalità di guida, tra Eco, Normal e Sport, quest'ultima a massimizzare la rigenerazione al rilascio del gas e in frenata per ottenere più energia possibile da riutilizzare in chiave performance.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese