La smart originale, da “oggetto strano” visto per le strade è diventato subito “oggetto di culto”, grazie alle serie speciali che ne hanno sottolineato il carattere pop, a voler fare un paragone, un po’ come è successo con icone della moda urbana come le Converse o le Air Jordan.

La nuova generazione non poteva essere da meno e a La Lanterna di Roma, la cupola in vetro e acciaio di via Tomacelli, una delle terrazze più belle del centro della Capitale, è stata presentata una di queste serie speciali destinate ad ampliare la gamma presente sul mercato italiano, la smart EQ fortwo cabrio suitegrey.

La city car per eccellenza, in questa versione, si presenta nella tinta esclusiva grey matt per pannelli e cellula di sicurezza Tridion, fari full LED e alcuni dettagli firmati Brabus come il soft top grigio e i cerchi in lega da 16”. Inoltre, la vettura è caratterizzata da una dotazione di equipaggiamenti ampia che, ai pacchetti presenti nell’allestimento prime, il più ricco della gamma (pure, passion e pulse gli altri) aggiunge il winter package, console in carbon look e caricatore di bordo da 22 kW.

La serie speciale e la presentazione fisica non più virtuale, come i giorni del lockdown hanno abituato tutti a interfacciarsi con il resto del mondo, rappresenta anche la voglia di ripartire, di muoversi e di farlo in full elettric.

Infatti, sono i numeri a parlare: con 2222 pezzi venduti a giugno, il mercato delle auto a batteria e 0 emissioni è praticamente tornato ai livelli pre-COVID, confermando quel trend che ha visto, nel 2019 il doppio delle elettriche vendute nel 2018, valore di 5 volte superiore a quelle immatricolate nel 2017 e, in tutto il mondo, ogni 18 mesi il parco circolante EV raddoppia.

Sono i numeri di una scommessa vinta, quella di smart che, al Salone di Francoforte 2019, ha cambiato pelle tornando alle origini, abbandonando il motore termico per l’alimentazione alla spina. Uno dei tasselli del programma Mercedes di portare sulla via dell’elettrificazione l’intera gamma entro il 2039.

Monopattini elettrici, Lime arriva nell'app di Uber

Dalla strada al grande schermo

Smart fenomeno pop l'abbiamo già detto, ma proprio in quanto tale gli stili di vita della modernità li interpreta o reinventa. Questo perché il COVID ha cambiato anche il modo come viviamo l'auto, riportandola al centro della nostra vita, facendola diventare uno dei luoghi "sicuri". nell'epoca del distanziamento sociale.

Ecco, la Casa di Hambach ha voluto dare la sua personalissima visione del "distanti, ma uniti" che ci ha accompagnato nelgi ultimi mesi, approfittando dell'occasione a La Lanterna per lanciare il tour estivo di smart DRIVE-IN, un progetto itinerante che vedrà protagonista la rete degli smart center italiani. L'abitacolo della vettura diventa il posto ideale per godersi il cinema all'aperto, due posti in prima fila per assistere ai nuovi film prodotti dalla Fandango: ‘Il regno’ e ‘Si muore solo da vivi’.

Con l’occasione, smart lancia due contest che permetteranno, non solo di assistere alla proiezione, ma anche di vincere un posto da protagonisti durante la premiazione dei Corti d’Argento, la sezione dei Nastri d’Argento, uno dei più importanti riconoscimenti cinematografici italiani dedicata ai Cortometraggi. Una ‘call to action’ per aspiranti filmmaker, invitati a produrre un cortometraggio di massimo tre minuti sul tema della mobilità sostenibile. Il vincitore vedrà il proprio corto proiettato, fuori concorso, in occasione della premiazione dell’edizione 2021 dei Corti d’Argento e avrà a disposizione una smart EQ fortwo in comodato gratuito per dieci giorni.

Ecobonus, ecco le 5 auto più convenienti in vendita ora