Insieme agli aiuti alle aziende e ai lavoratori, il Governo ha varato anche i nuovi incentivi per l’acquisto di auto ecologiche. Il Ministero dello Sviluppo Economico metterà a disposizione per tutti il 2020 70 milioni di euro (contro i 60 del 2019) per aiutare gli italiani a cambiare la propria auto inquinante. Altri 100 milioni sono poi stati stanziati per le vetture elettriche o ibride plug-in. Il portale Automobile.it ha stilato sulla base degli Ecobonus aggiornati la classifica delle 5 vetture più convenienti, tra ibride ed elettriche, in vendita.

Incentivi e ecobonus allargato, appello di ANFIA e Unione Industriale di torino a Conte

Per chi c'è l'incentivo

Le condizioni per accedere al bonus non cambiano rispetto allo scorso anno: per poter richiedere l’incentivo, l’auto nuova dovrà avere emissioni dichiarate inferiori ai 70 g/km di CO2 e un prezzo di listino non superiore ai 61mila euro. La cifra messa a disposizione dallo Stato varia a seconda della classe di inquinamento dell’auto che viene rottamata e dall’efficienza della vettura nuova.

Rinunciando a un’auto pari o inferiore all’Euro 3 e acquistandone una che emette meno di 20 grammi di CO2 al km sarà infatti possibile accedere al bonus massimo di 6.000 euro. Se invece l’auto nuova ha emissioni comprese tra i 21 e i 70 grammi la cifra scende a 2.500 euro. Se non si dovesse possedere un’auto così datata da rottamare, si potrà comunque usufruire di un incentivo pari a 4.000 euro per le elettriche e 1500 per le ibride.

Mauro Caruccio analizza la situazione attuale e le prospettive future del mercato

Le 5 green più convenienti

Il sito della galassia Ebay dedicato alle vetture usate, nuove e chilometri zero, ha stilato una classifica delle cinque auto più convenienti da comprare in questo momento sfruttando gli incentivi. La graduatoria, creata insieme a Fjona Cakalli, è stata poi diffusa in un video.

La classifica mette al primo posto la BMW Serie 2 Active Tourer in versione 225 xe, ibrida da 224 cavalli e 50 km di autonomia in modalità elettrica. Il suo costo è inferiore ai 36.000 euro. Subito dopo viene piazzata un’altra vettura del gruppo tedesco, stavolta elettrica pura: la Mini Cooper SE, che con i suoi 200 km di autonomia può essere portata a casa con 27.900 euro. Terzo gradino del podio per una piccola, la Smart Fortwo EQ. Anche lei dottata solo di motore elettrico, può essere acquistata a meno di 20.000 euro e garantisce circa 160 km di percorrenza (qualcuno in meno nella versione cabrio).

Proseguendo con la classifica, il quarto posto è stato assegnato alla Volkswagen e-Up!, elettrica pura da città con un prezzo, di appena 17.000 euro, molto contenuto per una EV. La graduatoria si conclude con la prima vettura non europea del lotto: la Hyundai Kona a batterie, che grazie alle notevoli batterie garantisce un’autonomia di ben 450 km. Con un prezzo comunque alla portata di molti: 32.200 euro.

Nordio, VW Italia: "Priorità, smaltire gli stock"