Sempre più amministrazioni, negli ultimi tempi, dichiarano (o hanno velleità) di eliminare la vendita di auto a combustione termica in favore delle sole vetture elettriche: perlopiù progetti destinati ad avverarsi tra molti anni, ma di cui si gettano adesso le prime basi, tra chi ha dubbi e chi invece incentiva tale scalata 'green'.

Lo ha fatto il Giappone, ad esempio, ma anche in Italia si è cominciato a parlare dell'argomento. Negli Stati Uniti, invece, le decisioni sono rimesse ai singoli Stati. In tal senso, a muoversi è stata la California. Adesso, la novità arriva dal Massachusetts, che ha ufficialmente annunciato l'intenzione di eliminare dal mercato tutte le auto a benzina entro il 2035, a favore ovviamente della commercializzazione esclusiva delle vetture elettriche.

Leggi il nostro approfondimento sulla guida elettrificata

UN PROGETTO AMBIZIOSO

Il piano del Massachusetts poggia sostanzialmente intorno alla sconfitta elettorale di Donald Trump. Il Presidente uscente infatti aveva annullato il cosiddetto "Green New Deal" americano, promosso dall'ex Presidente Obama e che prevedeva a diminuire sensibilmente il livello di emissioni inquinanti entro il 2026. Con l'uscita di scena di Trump, i fautori della mobilità a zero emissioni sono tornati alla carica, muovendosi proprio in direzione del New Deal di obamiana memoria.

POSSIBILI BENEFICI

Il Governatore del Massachusetts Charlie Baker ha così varato l'ambizioso piano: vietare la vendita di auto a benzina entro il 2035, commercializzazione esclusiva delle auto elettriche e conseguente livello zero delle emissioni entro il 2050. Benefici economici? Tanti, secondo le stime: 295 milioni di dollari di profitto, la creazione di 4mila posti di lavoro e una diminuzione consistente delle morti per malattie causate dallo smog.

Entro il 2040 la metà delle auto vendute nel mondo sarà elettrica

ELETTRICHE ALLO STESSO PREZZO DELLE TERMICHE

Un progetto ambizioso, certamente, che comprende un altra idea forse ancora più complessa, ovvero una parità di prezzo tra le auto elettriche e quelle termiche. Un'ipotesi oggi ovviamente impossibile, ma in futuro resa possibile (secondo il piano a stelle e strisce) dal fatto che il consumatore spenderà meno in manutenzione e risparmierà non dovendo fare carburante.

Auto elettriche, entro il 2024 allo stesso prezzo dei motori termici

Tutto questo però non potrebbe stare in piedi senza un aumento considerevole delle infrastrutture, ovvero delle colonnine di ricarica. Il Massachusetts è infatti pronto a investire anche su tali dispositivi, ma da questo punto di vista non sono state fornite informazioni più dettagliate.

Germania, obbligatorie le colonnine di ricarica elettriche nelle stazioni di servizio

Idea percorribile? Progetto troppo ambizioso? Staremo a vedere se il resto del mondo andrà nella direzione lanciata dallo Stato americano.