Fiat 500X Hybrid e Tipo Hybrid, la prova delle elettrificate "potenziate"

Il mild hybrid a 48V spinge per davvero: ecco come vanno

di Francesco Forni

11 maggio

Fiat mette in campo le ibride che spingono. Due anni fa il mild hybrid 12 V arrivò su Panda e 500, ora tocca a 500X Hybrid e Tipo Hybrid, coppia vincente da anni, la prima dal 2014 e la seconda dal 2015, a proporsi in versione elettrificata. Completando la gamma green del Costruttore. 

Il nuovo, e più scalpitante, cavallo di battaglia è quello adottato, seppur con qualche modifica nella mappatura, da Jeep Compass e Renegade e da Alfa Romeo Tonale. Il gruppo motopropulsore propone un mild hybrid potenziato, che non solo aiuta, ma per brevi tratti piò muovere le ruote solo con la spinta elettrica.

Grazie al 1.5 turbo benzina da 130 cavalli e 240 Nm di coppia, evoluzione del noto 1.3 FireFly, che lavora in sinergia con un motore elettrico da 20,4 cavalli e 55 Nm integrato nella scatola del cambio a doppia frizione a sette marce. A fornire energia è una batteria da 0,8 kWh, più capace rispetto alla media delle mild hybrid, ma pesante solo 13,5 kg (11 litri il volume occupato) posta sotto il pavimento in mezzo ai due sedili anteriori.

L’aggravio, in tutti i sensi, è minimo. Il ritorno è quello di potersi muovere per brevissime distanze, manovra, partenza da fermo fino a circa 30 km/h, parcheggi, guida in coda, solo in elettrico. Recuperando energia in fase di rallentamento e frenata.

Fiat 500X Hybrid e Tipo Hybrid su strada

Fiat 500X Hybrid e Tipo Hybrid su strada

Le due segmento C del Marchio torinese si elettrificano con un mild hyrbrid 48 V "furbo"

Guarda la gallery

I vantaggi

Un vantaggio, segnalato dall’accensione della indicazione EV sul quadro strumenti , non da poco nel contesto urbano, che 500X e Tipo gestiscono tutto loro con l’elettronica. Nessun tasto o azione da compiere, si guidano come classiche endotermiche. Un passaggio non traumatico alla elettrificazione, come quello tra le due alimentazioni, regolato dal Belt Starter Generator che riavvia il 1.5. 

Il contesto è piacevole, sia Tipo Hybrid, che beneficia di una migliore aerodinamica, sia 500X Hybrid, hanno mostrato una buona fluidità. Pronte in ogni situazione: due trazioni anteriori sincere, con un plus per il Suv compatto che nella sua categoria si distingue ancora per un comportamento dinamico votato alla agilità. Nulla di sportivo, ma tra le curve si fa apprezzare.

Per Tipo Hybrid Fiat dichiara una percorrenza media di di 4,7 litri/100 km, per 500 Hybrid di 5,1 litri/100 km. Mettiamola così, i 20 km/litro prospettati sono difficilmente replicabili in condizioni normali, ma in città le due elettrificate se la giocano con il Diesel, giocando la carta di una silenziosità superiore. Nell’extra-urbano e in autostrada cedono qualcosa, ma non rimangono distanti.

Si distinguono dalle sorelle non elettrificate solo per il logo Hybrid sul portellone.

Il gioco vale la candela?

Il mild hybrid potenziato funziona, ma la tecnologia si paga. Tipo Hybrid parte da un  prezzo di listino di 26.400 euro, 500X Hybrid da 29.400 euro. Fate i vostri conti.

Leggi anche: Tavares e i nodi dell'elettrico: batterie, materie prime e infrastrutture 

Fiat 500X Hybrid e Tipo Hybrid su strada

Fiat 500X Hybrid e Tipo Hybrid su strada

La coppia con l'ibrido a 48 V che spinge per davvero

Guarda il video

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi