Salone di Monaco, i servizi per la mobilità al centro dell'IAA 2021

Salone di Monaco, i servizi per la mobilità al centro dell'IAA 2021

Non solo nuove auto, ma anche nuovi servizi a essa legata e nuovi modi per muoversi: le Case automobilistiche porteranno al Salone di Monaco le loro soluzioni per la mobilità

di Lorenzo Lucidi

2 settembre

La mobilità al centro di tutto, sin dal nome. Il Salone di Monaco (qui tutte le info su espositori, ticket e orari)  – o, appunto, IAA Mobility – fa tornare alla ribalta l'automobile, ma non solo. Nella kermesse bavarese le vetture, elettriche o endotermiche che siano, saranno affiancate da mezzi di ogni tipo: biciclette, monopattini, motocicli, perfino droni e mezzi volante. E in ogni caso saranno non più solo un prodotto da acquistare e di cui essere proprietari, bensì parte di un servizio complesso.

Con la diffusione dei veicoli a propulsione elettrica e di sistemi di guida autonoma sempre più sviluppati, diventa essenziale fornire, insieme alle auto, anche soluzioni di ricarica, assistenza e connessione che fino ad ora non erano esistiti. Ma non solo: molte Case stanno reinventando il modo stesso in cui vendono i propri modelli – privilegiando il noleggio alla proprietà – pensando anche a servizi per la mobilità cittadina, fornendo soluzioni anche per il cosiddetto “ultimo miglio”. Il Salone di Monaco costituirà una vetrina per tutti questi servizi che diventeranno sempre più centrali negli anni a venire.

Salone di Monaco, tutte le novità attese all'IAA 2021

Salone di Monaco, i servizi al centro

In questo scenario, sono numerose le aziende – solo in parte Case automobilistiche – che hanno scelto l'IAA per mostrare al grande pubblico le loro soluzioni per la mobilità di oggi e quelle che vedremo nei prossimi anni man mano che le varie tecnologie su cui sono basate si perfezioneranno. Un ruolo da protagonista lo avrà Bosch, multinazionale della componentistica che sta investendo fortemente anche nel campo della guida autonoma, e non solo.

A Monaco, l'azienda mostrerà i frutti del proprio lavoro – e della collaborazione con Mercedes – con una dimostrazione dell'Automated Valet Parking, sistema che consentirà di parcheggiare l'auto gestendola da smartphone e senza bisogno di supervisionare l'operazione. Grande attenzione Bosch la sta dedicando anche alla connettività, in abbinamento ai servizi di domotica. Grazie all'applicazione SmartHome, già ora, è possibile gestire i sistemi elettrici di casa (luci, tapparelle, climatizzazione eccetera) direttamente dall'auto.

Il tema della guida autonoma – applicata principalmente all'auto in condivisione – verrà rappresentato anche da Share Now, giovane joint venture nata da un accordo tra Daimler e BMW, e che tra l'altro fornirà il servizio ufficiale di sharing dell'IAA 2021. Share Now a Monaco promuoverà un dibattito con numerosi esperti nel campo della mobilità, per discutere dei settori in cui l'azienda è impegnata: sharing, guida autonoma e smart cities.

Bosch, quanta tecnologia all'IAA Mobility 2021 del Salone di Monaco

I taxi del futuro

Come detto, l'auto in futuro sarà sempre meno oggetto di proprietà e sempre più servizio. Tramite lo sharing, ma anche con i più tradizionali servizi taxi. Che, però, in futuro cambieranno anch'essi radicalmente. Mobilize, Marchio sotto il controllo della Renault e dei cinesi di Jiangling Motors, ha sviluppato una vettura elettrica pensata esclusivamente per i servizi di taxi, noleggio con conducente e altri tipi di trasporto (sociale, scolastico, medico eccetera). La Limo, questo il nome del veicolo, non verrà commercializzata in maniera classica, bensì sarà solo noleggiabile attraverso formule flessibili, che includeranno anche manutenzione, assicurazione e soluzioni per la ricarica.

Va ancora oltre Hyundai, che punta – entro il 2023 – a fornire un servizio di taxi senza conducente. All'IAA la Casa coreana porterà infatti il Robotaxi Ioniq 5, realizzata in collaborazione con Motion. La vettura, oltre a essere elettrica, gode di un sistema di guida autonoma di livello 4, e quindi non necessita di un guidatore fisico. Merito dei numerosi sensori (oltre 30 tra radar, lidar e telecamere varie) che hanno una visione a 360 gradi di tutto ciò che accade sulla strada, anche in situazioni complesse. Secondo i piani di Hyundai e Motion, il Robotaxi Ioniq 5 entrerà in servizio per il trasporto di passeggeri entro due anni, tramite una partnership con Lyft.

IAA Mobility, il futuro della mobilità al Salone di Monaco 2021

Mobilità anche a due ruote

L'auto, tuttavia, non arriva ovunque, o non sempre è il mezzo più veloce per spostarsi in ambiti cittadini. Ragione per cui, negli ultimi anni, sono fioriti servizi di sharing di e-bike, e-scooter e monopattini elettrici. Un settore che anche alcune Case automobilistiche hanno deciso di presidiare, in modo da offrire ai propri clienti un servizio completo, che comprenda anche quegli spostamenti definiti dell'ultimo miglio. Seat in questo senso ha lanciato il brand Mó, che a Monaco si mostrerà per la prima volta al pubblico internazionale. Scooter e monopattini elettrici sono il cuore dell'offerta di questo Marchio, che punta anche allo sharing con i propri prodotti.

Porsche, un concept elettrico al Salone di Monaco

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi