Elon Musk lo aveva annunciato a settembre, durante il Tesla Battery Day: tra qualche anno, il Marchio di Cupertino sarà in grado di produrre un’auto elettrica alla portata di tutti. La novità sta nel fatto che i tempi sembrano essere molto più brevi del previsto.

AUTO DA 25MILA DOLLARI

Musk ha annunciato, il 22 settembre 2020, la possibilità di una vettura entry-level da 25.000 dollari, in grado di sfruttare le Tesla 4680 cells, le batterie senza piatti di fondo che garantiscono più potenza, un aumento di autonomia del 16% e soprattutto un minor costo per kWh.   

Secondo Tesla Facts, la Gigafactory di Shanghai ha presentato al governo cinese i documenti per iniziare la produzione di un nuovo modello basato sul telaio di Model 3. Tesla avrebbe iniziato a valutare proposte per il design della nuova elettrica e ad assumere personale per il nuovo progetto, ma la questione della tempistica è ancora incerta: le previsioni iniziali ruotavano attorno al 2024 per l’entrata in commercio dell’auto; ad oggi si parla di marzo 2021 ma l’affermazione ci sembra piuttosto avventata. Molto dipende da quanto Tesla riuscirà a spalmare la produzione delle nuove batterie 4680, in modo da contenere il loro costo e, di conseguenza, quello del modello su cui saranno inserite.

Più VENDIBILE

Secondo le stime, una Tesla da 25.000 dollari riuscirebbe a imporsi sul mercato con grande facilità rispetto alle sorelle più costose come Model Y o Model S, ma questa è una deduzione facile da fare. Quello che è difficile da prevedere è l’effettivo abbattimento dei costi: non è la prima volta che Musk pone un obiettivo importante e non riesce a centrarlo, come è normale nei progetti ambiziosi degli imprenditori più visionari.

Mercedes, Rene Reif passa alla Gigafactory Tesla