BMW spalanca le porte al futuro e imbocca con decisione la strada dell'elettrico. Lo fa svelando la iX, vettura simbolo del nuovo corso della Casa bavarese che ha già avuto in gamma auto a zero emissioni, ma che con questo modello propone una svolta radicale. Più tecnologica, con maggiore autonomia e facilità d'uso, rivoluzionata anche dal punto di vista dello stile e della vita di bordo. Con l'obiettivo di dare vita, in breve tempo, a una intera gamma di vetture non solo 100% elettriche ma anche connesse, confortevoli e ad alte prestazioni.

BMW, con iX3 debutta il Fast Charger flessibile

Stile e tecnologia

BMW per il suo nuovo modello elettrico ha deciso di adottare la sigla Sap, Sport Activity Vehicle, a sottolineare l'attenzione della Casa verso aspetti come sostenibilità, spaziosità e benessere degli occupanti. La iX si presenta come una vera e propria ammiraglia dal punto di vista tecnologico, ma anche per le dimensioni generose. BMW definisce la nuova elettrica “lunga e larga come una X5, alta come una X6 e con i cerchi delle dimensioni della X7”. Quanto basta per inscrivere la nuova bavarese nella fascia alta del mercato, là dove le elettriche non sono praticamente ancora arrivate.

Un modello inedito anche dal punto di vista dello stile, quello che BMW ha svelato. Oltre a presentare tante nuove soluzioni tecniche, la iX rappresenta un manifesto del design della Casa per la prossima generazione di vetture. Linee pulite ed essenziali rese tali anche dalla particolare struttura delle auto a batteria, che lasciano libertà ai designer e che possono fare a meno di prese d'aria e altri elementi imprescindibili sulle vetture a motore termico. La griglia del classico doppio rene è quasi del tutto chiusa e ospita i sensori degli ADAS, e la maggior parte dei componenti esterni (dalle maniglie alla telecamera posteriore, passando per i lavavetri) sono perfettamente integrati e nascosti per mantenere inalterata la purezza delle linee.

Progresso al servizio dello stile anche per quanto riguarda i fari, i più sottili mai montati da BMW, realizzati con tecnologia Full Led Laserlight. Il risultato è un design minimale ed estremamente aerodinamico che si traduce in un CX di 0,25, autentico record per una vettura così alta.

Nuova BMW M4 Coupé, i cavalli non finiscono mai

Elettrica da viaggio

Nonostante le grandi dimensioni, la nuova BMW iX garantirà un'autonomia elevata e tempi di ricarica ridotti. Oltre a prestazioni degne del Marchio che porta sul cofano: il powertrain prevede infatti la presenza di due motori elettrici con una potenza complessiva di 500 cv, sufficienti per garantire un'accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. E nonostante questo mantenendo una percorrenza di oltre 600 km con una sola ricarica, certificata tramite protocollo WLTP. I numeri tuttavia non sono ancora definitivi visto che l'auto è in fase di sviluppo, ma rendono l'idea del grande lavoro svolto dalla Casa bavarese dal punto di vista dell'efficienza dell'auto e delle batterie.

Anche la ricarica vanta prestazioni apprezzabili, con la possibilità di rifornire l'auto con corrente continua fino a 200 kW. In questo caso per ripristinare la batteria dal 10 all'80% sono necessari appena 40 minuti. Connettendo l'auto alla colonnina ricarica veloce è possibile guadagnare 120 km di autonomia in appena dieci minuti.

Per realizzare il motore e le batterie della iX, BMW ha deciso di utilizzare solo materiali il più possibile sostenibili: niente terre rare (la cui estrazione risulta più dannosa per l'ambiente), mentre la batteria è stata concepita in modo tale da aver un alto tasso di riciclaggio. L'energia realizzata per produrre le celle degli accumulatori proviene da fonti rinnovabili e sono tanti i materiali riciclati e sostenibili scelti da BMW, come il legno certificato FSC e la pelle conciata con estratti di foglie di olivo.

MINI, alleanza con Great Wall e nuovi modelli elettrici

Confortevole e spaziosa

La diversa struttura delle vetture elettriche consente anche di disporre di maggiore abitabilità, vista l'assenza di elementi meccanici come la trasmissione e la disposizione delle batterie sotto al pianale. Lo spazio è uno dei punti di forza di questa iX e su cui BMW ha focalizzato la sua attenzione, tanto da dichiarare che l'auto è stata progettata “dall'interno verso l'esterno”. L'abitacolo è stato completamente riprogettato rispetto agli altri modelli della Casa, a partire dal volante che, per la prima volta, ha forma esagonale per facilitare l'accesso del guidatore e la leggibilità della strumentazione. Quest'ultima è costituita da due schermi, uno da 12”3 e uno da 14”9.

La filosofia del design minimale e pulito che caratterizza gli esterni viene ripresa anche dentro l'auto, con la maggior parte degli elementi che risultano nascosti o integrati nelle linee dell'abitacolo. L'essenzialità si estende anche gli sportelli, privi di cornice, mentre la luminosità dello spazio interno è garantita dal più grande tetto panoramico mai montato su una BMW. Realizzato in unico pezzo di vetro, si estende per tutta la vettura senza essere inframezzato da alcun montante. La dotazione tecnologica rappresenta il massimo di quella offerta da BMW, sia dal punto di vista della sicurezza che da quello della connettività. Con un'attenzione particolare all'impianto audio, che offre 30 altoparlanti e numerose funzioni, inclusa quella 4D.

La BMW iX, che verrà prodotta nello stabilimento di Dingolfing, arriverà sulle strade nella seconda metà del 2021, portando con sé la rivoluzione elettrica della Casa bavarese.

Mini Electric, a Lucca il tributo a Flash e ai fumetti