Cupra Formentor, la sportiva spagnola si mette alla prova

Cupra Formentor, la sportiva spagnola si mette alla prova

A metà tra un Suv, una coupé e una wagon, la prima auto progettata esclusivamente per il marchio Cupra si rivela versatile e piacevole da guidare

di Alberto Sabbatini

13 novembre 2020

Non è un Suv, non è una berlina, non è una coupé e nemmeno una station wagon. È un mix di tutte queste cose. Ma soprattutto è una macchina sportiva. Nell’aspetto e nella guida. Ed è davvero diversa da tutte le altre. La Cupra Formentor è la più inedita delle automobili appena lanciate sul mercato. Finalmente abbiamo potuto metterci le mani sopra. Guidando la più potente di tutte: la versione 2.0 TSI VZ con il motore benzina turbo da 310 cavalli.

Cupra e-Garage, il mondo virtuale parte da Cap de Formentor

Mix di forme

La Formentor è inedita prima di tutto perché Cupra è un marchio completamente nuovo. Un brand secondario della Seat, ma niente a che vedere col resto della produzione spagnola. È inedita anche perché difficile inserirla in una tipologia di vetture ben conosciuta. In realtà è un mix di varie forme. Possiamo definirla una crossover perché sta in mezzo (questo vuol dire il termine crossover in inglese) alle varie tipologie di automobili e da ciascuna di queste prende il meglio.

Cupra Formentor: foto

Cupra Formentor: foto

Formentor è il suv compatto di Cupra, il primo a nascere senza rappresentare una derivazione di un progetto Seat, come è stato Ateca. Ibrido plug-in o sportivo vero da 310 cavalli, Formentor andrà su strada a fine 2020. La dotazione tecnologica, tra Adas e servizi connessi, sfrutta il meglio disponibile in casa Cupra

Guarda la gallery

La Formentor è lunga circa quattro metri e mezzo (445 cm), ha l’aspetto da sport utility, ma è più ribassata nella linea del tetto. Per esempio, è alta 151 cm, cioé una quindicina di centimetri meno di una Volkswagen Tiguan che ha più o meno la stessa lunghezza. Ma è larga uguale (184 cm). Questo la rende esteriormente molto più appoggiata a terra. Mantiene però dell’idea originale dei Suv la versatilità interna, lo spazio e l’ergonomia generale. Compreso il portellone posteriore. La linea ribassata del tetto ne migliora l’aspetto sportivo ma anche il coefficiente di penetrazione aerodinamica e ne ridurrà probabilmente i consumi nella marcia autostradale, vera croce di tutti i Suv.

Seat Ibiza, arriva il 1.5 da 150 cavalli che disattiva i cilindri

Sportività al centro

Cupra è un marchio nuovo nato quattro anni fa in Seat su iniziativa del presidente di allora, Luca De Meo (oggi in Renault). Tra l’altro alla base di Cupra c’è molta italianità perché diversi dei personaggi che hanno partecipato alla realizzazione di questo brand sono tecnici e manager italiani. De Meo, che tanti anni fa aveva rilanciato il marchio Abarth, ha voluto ispirarsi proprio al brand dello Scorpione  quando ha voluto creare Cupra, un nuovo marchio slegato da Seat che producesse auto sportive. Proprio da Abarth ha ingaggiato alcuni anni fa due dei principali creatori dello scorpione: l’ingegner Mauro Pierallini (che fu anche uno dei padri dell’Alfa 4C) e Antonino Labate, stratega del marketing e vendite. Ecco perché dietro la nascita di Cupra ci sono diverse genialità italiane che di sportività ne masticano in abbondanza. Ma a differenza di Abarth che sono nate essenzialmente come auto fortemente racing, le Cupra avrebbero dovuto essere anche più trasversali: un mix di sportività ed eleganza. Ma anche raffinate, curate in ogni dettaglio, sempre però con un sottofondo di sportività di mezzo. Ad esempio, ampio uso di pelle negli interni, cucitore in contrasto e rivestimenti ove possibile in pelle traforata (nel volante).

Cupra Formentor, 1.5 TSI 150 cv Dynamic FOTO

Cupra Formentor, 1.5 TSI 150 cv Dynamic FOTO

La Cupra Formentor, la prima auto nata esclusivamente a marchio Cupra, viene dotata con un nuovo motore a benzina, il 1.5 TSI da 150 cv. Ecco le foto della nuova versione

Guarda la gallery

Il nome stesso del marchio è legato al concetto di racing: Cupra altro non è che l’acronimo della frase “Cup Racer”, il termine che in precedenza identificava le versioni più potenti di Seat. L’equivalente di una sigla tipo AMG per Mercedes. Pian piano il nome Cupra è stato staccato da Seat e ha acquisito vita e dignità proprie diventando così un vero Marchio automobilistico. Il logo Cupra è formato da due C spigolose che si incrociano, formano un triangolo rovesciato e ha richiami tribali. Il colore di base del logo è il rame, tinta che viene usata anche per tutte le finiture: dalle pinze freno ai fregi dei cerchi. Anche dietro la scelta del colore c’è un significato: rame in inglese si dice “copper”, che per assonanza è simile a Cupra.

Cupra Formentor, la Launch Edition fa il tutto esaurito

La prima vera Cupra

La prima Cupra ad arrivare sul mercato è stata una derivazione di una Seat, il Suv Ateca, potenziato con un motore da 300 cavalli per tener fede alla missione sportiva del neonato brand. Ma adesso fa il suo debutto la Formentor, la prima Cupra vera e propria. Un’auto progettata ex novo e non derivata da una Seat. Un’auto che ovviamente ha potuto attingere al meglio dei componenti della “banca organi” del gruppo Volkswagen (motori, trasmissioni, tecnologia, sistemi di infotainment). La Formentor è un Suv sportivo ma d’aspetto ribassato, lungo 4 metri e mezzo, caratterizzato da linee fortemente dinamiche e scolpite, che a regime arriverà ad avere sette motorizzazioni diverse. Si parte dal tradizionale 4 cilindri da 150 cv, poi ci saranno un turbodiesel da 150 cv, un paio di versioni ibride plug-in (da 205 e 245 cv) e il più potente 4 cilindri turbo da 310 cavalli oggetto del nostro test. Che si chiama Formentor 2.0 TSI VZ 4Drive DSG Launch Edition perché è il modello di lancio, con accessori e dotazioni esclusive. A proposito delle varie sigle, VZ è l’acronimo della parola spagnola “veloz” che vuol dire “veloce”. E identifica solo alcuni modelli di Formentor, quelle con i motori più spinti.

Rispetto alle Seat, la Cupra Formentor ha un design più sofisticato, superfici rifinite e un’attenzione maniacale al colore che deve esprimere la personalità di quest’auto. Tanto che per la Formentor più potente si è scelto un blu petrolio opaco molto accattivante, che si integra bene col color rame del logo Cupra. Se poi vi chiedete che significa il nome Formentor, anche qui c’è una storia. Come per le Seat, anche Cupra ha deciso di battezzare le proprie auto con il nome di una località spagnola. In particolare Formentor è il nome di un promontorio e di una spiaggia famosissima di Majorca, l’isola delle Baleari, da cui si gode un panorama spettacolare.

Seat Leon e-Hybrid, l'ibrido plug-in è pronto per essere guidato

Sportiva e tecnologica

Al volante della Cupra Formentor si apprezza per prima cosa l’impostazione sportiva dell’auto. La posizione di guida è ben distesa e questo è molto positivo. Non si sta seduti in alto, con le gambe ripiegate come su tutti i Suv ma sedile e pedaliera consentono di allungare la posizione di guida. Insomma, una seduta molto più vicina alle berline BMW e Audi, che Seat o VW. E questo rende più sportivo il controllo del veicolo, aiutati dal volante perfettamente diritto tra le mani. Un volante di disegno racing a tre razze con pulsante di avviamento (a destra) e con in bella evidenza a sinistra il tasto di selezione della mappatura di guida più sportiva chiamata non genericamente sport o corsa, ma bensì proprio “Cupra” e identificato dal logo dell’auto.

Cupra Ateca Limited Edition: foto

Cupra Ateca Limited Edition: foto

Cupra personalizza 1.999 esemplari del suv Ateca, tra cerchi, carreggiate, elementi in fibra di carbonio e freni Brembo maggiorati. Ateca Limited Edition è ordinabile su una nuova piattaforma online lanciata dal marchio spagnolo, dà accesso alla prenotazione con 6 settimane di anticipo sulla commercializzazione

Guarda la gallery

L’interno combina piacevolmente eleganza e sportività. La plancia è lineare, orizzontale, dominata da un grande display centrale da 12,3 pollici che possiede tutta la tecnologia e immediatezza d’uso degli infotainment del gruppo Volkswagen che sono tra i migliori in assoluto. Caratteristiche in questo caso nel display le grandi icone colorate un po’ stile iPhone. Nei dettagli interni si scopre la vera natura di Formentor. Un livello di dotazioni tipiche dei modelli premium con una personalità unica e un'alta qualità fino ai sedili sportivi avvolgenti in vera pelle disponibili in colore Petrol Blue e Nero. Vistosa l'illuminazione interna con luci Led lineari tutto attorno all’abitacolo e tante combinazioni cromatiche che completano l’ambiente interno. Il tunnel invece è preso pari pari da quelle delle ultime auto del gruppo Volkswagen, dalla Golf alla Leon. Si riconosce dalla levetta del cambio (automatico DSG) cortissima e dal rivestimento del tunnel in plastica. Lo stesso vale per gli scomodi selettori lineari a sfioramento di temperatura del clima e del volume audio sotto al display che sono quanto di meno ergonomico si potesse concepire: difficili da centrare col dito e impossibili da vedere al buio.

Nuova Skoda Fabia arriva nel 2021, Schafer indica le rivali

Spinta possente

Alla guida della Cupra Formentor si apprezza l’ottima tenuta garantita dai sedili in curva, come la stabilità dell’auto nei cambi di direzione e il fatto che a dispetto di una fisionomia Suv, l’auto non si corichi affatto in curva. È piatta, stabile, aiutata da sospensioni abbastanza dure che consentono velocità in curva elevata senza rollìo apparente. Le prestazioni del motore turbo da 310 cavalli sono eccellenti: la Cupra Formentor VZ, grazie anche ai 400 Nm di coppia erogati già a 2.000 giri ha una possente spinta e dichiara un valore sotto i cinque secondi nello 0-100 (4”9) e impiega 24,5 secondi per il km da fermo. Raggiunge una velocità massima di 250 km/h e un consumo medio dichiarato di 12,2 km percorsi con un litro. Valori che verificheremo con i nostri apparecchi di rilevamento quando quando AUTO potrà svolgere la prova strumentale di quest’automobile.

Cupra Leon: foto

Cupra Leon: foto

Quattro versioni per Cupra Leon, dall'ibrido con 245 cavalli alla Sportstourer da 310 cavalli e motore 2.0. Si amplia l'offerta del marchio sportivo, da Seat Leon a un progetto dai connotati sportivi: l'assetto è adattivo e con altezza da terra ridotta di 25 mm. Le prestazioni migliori appartendono ai 310 cv di Cupra Leon Sportstourer: meno di 5 secondi sullo 0-100 orari e 250 km/h di velocità massima

Guarda la gallery

L’ultimo dettaglio riguarda il sound: proprio per esaltare il concetto di sportività della Formentor, l’auto fin dall’avvio emana un rombo sordo e cupo. Dalla timbrica particolare. Un sound grintoso, appagante e sportiveggiante. Ma – e qui ognuno farà le proprie valutazioni – generato in modo artificiale. La Cupra Formentor 2.0 TSI VZ 4Drive DSG in versione Launch Edition costa 49.500 euro e offre di serie esclusività come i freni Brembo, i sedili con memoria, il tetto elettrico, il portellone che si apre elettricamente e altri dettagli che nei modelli successivi – una volta esaurito lo stock di modelli Launch Edition – si pagheranno a parte.

Nuova Škoda Octavia Wagon, la prova: passista raffinata

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi