Suzuki

Suzuki è una Casa automobilistica giapponese con sede a Hamamatsu, fondata nel 1909. Inizialmente dedita alla produzione di macchinari tessili e industriali, dal secondo dopoguerra ha cominciato a produrre veicoli. Sebbene sia famosa in tutto il mondo per le sue moto, anche le automobili costituiscono una parte fondamentale della sua storia.

Le keicar e i fuoristrada

Sin dagli albori, il reparto automobilistico di Suzuki si concentra su due tipi di vetture: le cosiddette keicar, ovvero le auto piccole e compatte, e i fuoristrada. È proprio una keicar la prima auto della storia Suzuki: la Suzulight, piccola berlina a trazione anteriore che vede la luce nel 1955 e che raccoglie un successo enorme, soprattutto in patria.

Dopo l’esordio della berlina Fronte nel 1965, gli anni ’70 vedono l’esordio dei modelli off-road, prima con Jimny, poi con l’LJ10 e infine con l’LJ80.

General Motors, Swift e Vitara

Gli anni ’80 vedono l’ingresso di General Motors nel marchio - le quote aumenteranno nel corso degli anni - e l’introduzione sul mercato di altri due celebri fuoristrada, SJ e Samurai. Per quanto riguarda le utilitarie, nel 1983 viene lanciata la prima generazione della Swift, il cui successo continua ancora oggi in alimentazione ibrida. A fine decennio debutta anche Vitara, che alle caratteristiche off-road combina le forme di un SUV.

L’alleanza con Fiat e la gamma odierna

Si arriva così agli anni Duemila. Suzuki si allea con Fiat nel 2003 per produrre in partnership i due SUV SX4 (Suzuki) e Sedici (Fiat), mentre in Giappone la keicar Wagon R+ diventa una delle auto più vendute.

In seguito all’addio di General Motors, nel 2009 Volkswagen acquisisce il 20% del marchio, ma dopo due anni l’accordo si interrompe bruscamente per ragioni commerciali.

La gamma odierna di Suzuki comprende anche il crossover ibrido Ignis, i SUV S-Cross e Across, e la station wagon Swace.

I modelli Suzuki

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi