La pandemia da Covid-19 e la conseguente crisi economica generata da mesi di lockdown hanno messo in ginocchio il comparto auto, facendo registrare perdite importanti da tutti i Costruttori. Ciononostante, le vendite di auto elettriche sono aumentate in maniera quasi esponenziale, segnando una crescita inarrestabile anche se non sufficiente a colmare le perdite nelle immatricolazioni complessive. Volkswagen, che nel 2020 ha lanciato la ID.3 dando avvio a un ampio processo di elettrificazione della gamma, ha pagato un -15% delle vendite a livello globale, triplicando però le immatricolazioni di vetture a zero emissioni.

Mercato 2020, mezzo milione di auto in meno

Crisi globale

I dati, appena rilasciati dalla Casa tedesca, mettono in mostra uno scenario difficile, reso tale dalla pandemia che ha fatto perdere milioni di immatricolazioni. Volkswagen ha chiuso il 2020 con circa 5,3 milioni di vetture vendute, rispetto ai quasi 6,3 milioni del 2019. Una perdita di oltre 900mila auto, che vale un -15% sul bilancio della Casa. La regione con i numeri peggiori è l'Europa occidentale, dove il calo arriva al -23,4%, e in Sud America, con il -20,2%. Di poco migliori i dati relativi all'Europa orientale e al Nord America, dove le perdite si sono attestate intorno al -17%, mentre Africa e Cina hanno resistito meglio, perdendo comunque il 10% o più delle vendite.

Fortunatamente, grazie alla ripresa fisiologica del mercato e alle politiche di alcuni Paesi che – come l'Italia – hanno avviato campagne di incentivi, il comparto ha ricevuto una boccata d'ossigeno negli ultimi mesi dello scorso anno. Su base mensile, mettendo a confronto dicembre 2019 e dicembre 2020, la perdita di Volkswagen a livello globale è stata di appena -2%, mentre in Europa Occidentale si è segnato addirittura un +19,5%. Positivi anche i numeri in Nord America, ma in alcune regioni, come quelle dell'Asia e del Pacifico, i dati sono ancora con il segno meno.

La Casa tedesca ha comunque resistito bene alla situazione pandemica, come afferma Klaus Zellmer, membro del consiglio responsabile delle vendite del Marchio: "Volkswagen ha mostrato i suoi punti di forza nel 2020 – ha dichiarato - Nonostante tutte le restrizioni nel commercio automobilistico causate dalla pandemia, siamo stati in grado di mantenere la nostra quota di mercato globale e persino di espanderla in diverse regioni. Questo dimostra che abbiamo prodotti attraenti che entusiasmano i nostri clienti e un'organizzazione di concessionari altamente motivata"

Pneumatici per auto elettriche: sempre a zero emissioni

Elettriche e ibride all'attacco

Sebbene i numeri generali siano negativi, una luce in fondo al tunnel è costituita dal settore delle auto elettriche ed elettrificate. Che, anche grazie agli incentivi in vigore in alcuni Paesi, hanno visto aumentare le immatricolazioni anche con percentuali a tre cifre. Volkswagen da questo punto di vista è stata protagonista: nell'anno appena concluso la Casa ha lanciato nove modelli elettrificati, aumentando la quota di questo segmento dal 2,3% al 12,4% in Europa. Merito in primis della ID.3, considerata la terza pietra miliare del Marchio dopo il Maggiolino e la Golf, e che è stata venuta in 56.500 unità. Numeri rilevanti anche per la e-Golf (oltre 41mila) e la Passat GTE (più di 24mila).

"Abbiamo davvero colpito nel segno con l'ID.3 – ha spiegato Zellmer - Anche se è stata introdotta solo nella seconda metà dell'anno, si è piazzata quasi subito in cima alle classifiche di vendita in molti Paesi". La ID.3 si è infatti affermata come l'elettrica più gettonata in Finlandia, Slovenia e Norvegia, e in Svezia è stata addirittura l'auto più venduta a dicembre 2020. Volkswagen, inoltre, guida le classifiche delle elettriche anche in Germania e nei Paesi Bassi, raggiungendo quote fino al 23,8% del mercato. Complessivamente, nel 2019 VW aveva immatricolato circa 37mila auto ibride plug-in e 45mila elettriche. Nel 2020 questi valori sono saliti rispettivamente a 78mila e 134mila, segnando un raddoppio nelle vendite di ibride, mentre le full electric sono triplicate.

In ottica 2021 la Casa tedesca punta a migliorare ulteriormente questi numeri, contando sui modelli elettrificati lanciati lo scorso anno e in particolare sulla ID.4, primo Suv elettrico di Volkswagen. Oltre alle novità attese per i prossimi mesi e che verranno man mano svelate. "Per 2021, abbiamo in programma di aumentare la nostra quota di mercato globale ha concluso Zellmer.

Volkswagen, l'ammiraglia elettrica nel 2025